CONDIVIDI

Nessuna serie è eterna e prima o poi arriva inesorabile per tutte il giorno della chiusura del sipario e purtroppo questo giorno è arrivato anche per House il medical drama con Hugh Laurie che terminerà il suo cammino con la conclusione dell’ottava stagione.

I produttori esecutivi David Shore e Katie Jacobs, insieme allo stesso Laurie, hanno rilasciato un comunicato ufficiale  congiunto per comunicare alla stampa ed ai fan la chiusura dello show e del quale vi riportiamo i passaggi più significativi:

Dopo molti confronti, i produttori di House M.D. hanno deciso che questa stagione dello show, l’ottava, dovrà essere l’ultima. Per aprile di quest’anno avremo completato 177 episodi, 175 in più di quelli che ci saremmo aspettati di fare nel 2004.

Dopo aver ringraziato tutti coloro che hanno lavorato allo show durante questi anni, i tre hanno proseguito dicendo:

Adesso è giunto il momento di tirare una linea. I produttori hanno sempre immaginato House come una creatura enigmatica; non dovrebbe mai essere l’ultimo a lasciare la festa. È molto meglio scomparire prima che la musica si fermi, quando nell’aria ci sono ancora promesse e mistero.

Il comunicato si conclude con la firma “Everybody Lies” (“Tutti mentono” – slogan principale dello show)

Le reazioni alla notizia non hanno tardato ad arrivare dai maggiori social network. Tra le varie reazioni registrate una su tutte spicca nella massa ed è quella di Olivia Wilde, che nello show ha interpretato il ruolo della dott.ssa Tredici: “Amanti di House, questa è la fine di un’era. Show di quel genere non vengono fuori quasi mai. Sono onorata di aver fatto parte di una storia tanto brillante.

Se vi state chiedendo il perché della cancellazione, vi diciamo subito che non è di certo colpa degli ascolti: 9.1 milioni di telespettatori e 3.5 di rating nella fascia 18-49, come media, costituiscono uno zoccolo duro per un qualsiasi show ancora di più se si considera che i dati si riferiscono ad un drama tanto longevo, e la Fox di certo non aveva intenzione di lasciarselo scappare.

Allora perché lo show con Hugh Laurie è stato cancellato? Le motivazioni vanno ricercate altrove ed infatti sembra che siano state di carattere economico. Nonostante lo stesso Laurie, tra gli attori più pagati della TV, si fosse dimostrato disponibile a un consistente ridimensionamento del suo compenso, il problema vero e proprio risiede negli accordi tra Fox e la casa di produzione NBCUNiversal, accordi che già in passato hanno creato non pochi problemi.

Ogni puntata di House richiede un budget di 5 milioni di dollari, e la rete era seriamente determinata a ridimensionarlo. Ma sebbene la NBCUNiversal fosse intenzionata ad assecondare le richieste, la riduzione che ha applicato non ha comunque soddisfatto i vertici della Fox.

Tra le altre cose che hanno portato alla chiusura, la NBCUniversal era fortemente motivata a rinnovare lo show, e pensava addirittura a una nona stagione completa con i canonici 22 episodi. Purtroppo la Fox non era di quest’idea  preferendo un’eventuale stagione aggiuntiva composta da soli 13 episodi, e su questo punto si era mostrata inamovibile. Le due aziende, non sono state in grado di trovare un punto d’incontro o forse più semplicemente non hanno voluto cedere dalle loro posizioni, fatto sta che le negoziazioni si sono arenate di fronte ad un così invalicabile muro.

Purtroppo le vicissitudini della serie non finiscono qui, infatti per colpa di certa stampa di bassa lega, lo stesso Hugh Laurie, protagonista di House, è dovuto intervenire in prima persona per difendere sia lo show che i reali motivi che ne hanno determinato la cancellazione. Disgustato per via degli articoli diffusi da certa stampa, che lo incolpavano (per mancanza di volontà nel portare avanti il suo personaggio)  la responsabilità dell’imminente e prematura fine dello show, l’attore ha rilasciato il seguente comunicato stampa che vi riportiamo integralmente:

    Alcuni giornali, ovviamente insoddisfatti dal comunicato che abbiamo rilasciato la scorsa settimana, hanno suggerito che “la verità” — una scorciatoia del giornalismo moderno per dire “non è neanche remotamente la verità, ma è sufficientemente viscida quindi mettiamola giù così” — dietro la nostra decisione era che io sono stufo di andare al lavoro. La prova di questo fatto fa capo a un commento che io ho fatto cinque anni fa su un argomento completamente diverso.

    Lasciate che io dica inequivocabilmente che amo il mio lavoro, e che mi impegno duramente per esso molto più di quanto fanno gran parte dei giornalisti con il loro. Come abbiamo spiegato nel nostro comunicato stampa, stavamo cercando di preservare alcuni aspetti mistici del personaggio; non volevamo trattenerci troppo a lungo. C’erano ottime probabilità che potessimo andare avanti con una formula ri-elaborata – dove House trova un lavoro in un negozio di scarpe con il risultato di zigzagare – ma nessuno di noi sarebbe stato in grado di fare una cosa del genere. Volevamo tenere il gruppo unito e uscire di scena con tutta la dignità che potevamo radunare.

    Mi rendo conto che il piano [dei giornali], adesso, ha un aspetto alquanto sciatto, grazie a questa piccola precisazione. Ma che diamine. Ho dovuto mettere le cose in chiaro.

    E così come House dice di continuo, “tutti mentono.”

    —Hugh Laurie

L’ottava e ultima stagione di House è attualmente trasmessa in America il lunedì sera sul canale Fox; mentre in Italia sarà trasmesso su Canale 5 a partire dal prossimo mese d’aprile.