CONDIVIDI

Contagion è un film del 2011 diretto da Steven Soderbergh, con protagonisti Matt Damon, Gwyneth Paltrow, Marion Cotillard, Kate Winslet, Jude Law, Bryan Cranston, Laurence Fishburne (di ritorno sul grande schermo dopo l’avventura televisiva di CSI), John Hawkes, Jennifer Ehle, Sanaa Lathan, Elliott Gould, Demetri Martin, Chin Han, Josie Ho, Rebecca Spence, Dan Latham, Steven James Price, Armin Rohde, Shannon Edwards, John Hoogenakker, Joshua Weinstein, Jason Babinsky, Tracey Kaplan, Jack Bronis, Shirin Caiola, Larry Clarke, Enrico Colantoni, Jeffery Davis, Tony Domino, Thurston Hill, Russell Wait, Amr Waked, Michael White.

Il film è incentrato sulla minaccia rappresentata da un contagio mortale simile alla pandemia influenzale del 2009 e su una squadra internazionale di medici assunti dal CDC per affrontare l’epidemia.

Dopo essere stata ad Hong Kong in viaggio d’affari, Beth Emhoff crolla a terra apparentemente per una banale influenza. Portata velocemente in ospedale, muore poco dopo il suo ricovero a causa di una malattia sconosciuta. La donna viene quindi indicata come la prima persona conosciuta ad aver contratto questa malattia.

Nella ricerca di una possibile cura il dottor Ellis Cheever, capo del CDC, incarica la dottoressa Erin Mears di indagare sui primi casi di morti negli Stati Uniti. Contemporaneamente la dottoressa Leonora Orantes viene inviata in un villaggio cinese alla ricerca del paziente zero.

Un elemento che si nota fin dall’inizio del film è il taglio realistico che Soderbergh imprime alla narrazione e la vastità tematica e geografica della vicenda. Lo script difatti, al cui sviluppo hanno lavorato anche un gruppo di consulenti scientifici, mostra in toto tutto ciò che implica, o potrebbe implicare se di portata particolarmente micidiale, una epidemia, muovendosi con disinvoltura fra i più svariati angoli del mondo, dalla Cina fino agli Stati Uniti.

Durante la visione si assiste così sia ad interessanti nozioni sulla formazione e trasmissione dei virus, sia ad efficaci sottolineature su fenomeni speculativi (come quelli delle industrie farmaceutiche o di alcuni nuovi profeti che predicano nel mondo della rete) e sociologici, visto che, come si sa, l’uomo quando vede la propria esistenza in pericolo può arrivare a fare l’impensabile.

Il tutto poi si trova incastonato in uno spettacolo cinematografico di ottimo livello che gode di una regia sobria e attenta, un montaggio calibrato ed una calzante colonna sonora, che alimentano continuamente un profondo senso di angoscia trascinandoci in un incubo che ha connotati più che reali.

Alla fine del film si esce dalla sala abbastanza preoccupati e con la paura di incontrare una persona che tossisce. In fondo le malattie infettive non sono un pericolo così lontano dal nostro vivere quotidiano, e Soderbergh è bravo ad illustrare ed articolare questo concetto. Ottimo e ben orchestrato il cast che una prova recitativa più che credibile.

Prodotto Double Feature Films, Participant Media, Warner Bros. Pictures, il film già disponibile da qualche settimana in DVD uscirà il prossimo 25 Gennaio in due edizione Blu Ray Disc con una risoluzione a 1080P che accontenterà gli amanti dell’alta definizione ed audio DTS HD Master, mentre l’edizione DVD ha traccia video in 16:9 ed audio in Dolby Digital 5.1. Purtroppo entrambe le edizioni sono prive di significativi contenuti speciali.