CONDIVIDI

Doctor Who è una serie televisiva britannica di fantascienza prodotta dalla BBC a partire dal 1963. La serie, con i suoi 33 anni di programmazione (continuativa dal 1963 al 1989 e ripresa nel 2005) e più di 700 episodi (realizzati a colori solo a partire dal 1970) detiene tuttora il record di serie televisiva di fantascienza più longeva oltre ad essere uno dei primi esempi se non proprio il primo esempio di serie tv di fantascienza, battendo persino (per nascita) la serie classica di Star Trek.

Doctor Who fece la sua prima comparsa sullo schermo il 23 novembre 1963 alle 17:15 sulla BBC, dopo un anno di discussioni e progetti. Il direttore degli sceneggiati Sydney Newman era il principale responsabile dello sviluppo della serie, assieme al Capo sceneggiatore Donald Wilson e a C. E. Webber. Lo sceneggiatore Anthony Coburn, il redattore David Whitaker e la produttrice Verity Lambert ebbero anch’essi molta importanza nello sviluppo della serie.

Il tema musicale dei titoli fu composto da Ron Grainer e realizzato da Delia Derbyshire della BBC Radiophonic Workshop;[2] è una delle sigle musicali più ricordate, tanto da finire come estratto nella celeberrima canzone dei Pink Floyd One of These Days.

Il programma originale era stato creato per un pubblico di famiglie e sarebbe stato prodotto per ventisei anni, con una stagione all’anno, tutte trasmesse sulla BBC. Il calo di ascolti, una diminuzione d’interesse da parte del pubblico e una produzione meno incisiva delle storie portarono nel 1989 alla sospensione della serie da parte di Jonathan Powell, controller di BBC One.

Mentre la produzione in Inghilterra era cessata, la BBC confidava di trovare una compagnia di produzione indipendente per rilanciare lo show. Philip Segal venne contattato dalla BBC e le trattative portarono alla realizzazione di un film per la televisione in coproduzione fra la FOX, l’Universal Pictures, la BBC e BBC Worldwide. Nel 1996 venne quindi prodotto quello che doveva essere l’episodio pilota per una miniserie con un nuovo Dottore, l’Ottavo, Paul McGann, per il mercato statunitense. Nonostante il successo nel Regno Unito (con oltre 9 milioni di spettatori), l’accoglienza negli Stati Uniti fu invece più tiepida, e questo impedì la realizzazione di una nuova serie.

Una volta cessata la serie televisiva, la produzione di romanzi e racconti registrati, inizialmente su cassette e successivamente su CD, portò avanti le storie del Dottore e dei suoi compagni, sebbene la canonicità di queste produzioni sia ardentemente discussa dagli appassionati.

Il programma televisivo rimase abbandonato fino al 2003: nel settembre di quell’anno la BBC annunciò la produzione interna di una nuova serie dopo parecchi anni di tentativi infruttuosi della BBC Worldwide di rendere effettiva l’idea di un film. Padre della nuova versione della serie è il produttore e sceneggiatore Russell T. Davies assieme a Julie Gardner, supervisore della valutazione delle serie TV di BBC Wales.

La prima stagione della nuova serie ha debuttato con l’episodio Rose sulla BBC il 26 marzo 2005 ed è stata seguita da altre cinque stagioni (la sesta va in onda dal 23 aprile 2011) e tredici episodi extra tra speciali natalizi e miniepisodi.

Nel 2010 Steven Moffat ha sostituito Davies come produttore esecutivo e direttore della sceneggiature.

Narra delle avventure di un viaggiatore del tempo e dello spazio noto come Il Dottore, unico membro dell’ormai estinta razza dei Signori del Tempo, con trame che vanno dalla fantascienza al racconto gotico.

Doctor Who è un eccentrico scienziato che compie viaggi nel tempo e nello spazio a bordo del TARDIS (Time and Relative Dimension in Space),il suo veicolo spazio-temporale, di enormi dimensioni all’interno,ma che all’esterno presenta l’aspetto dimesso e le dimensioni di una vecchia cabina telefonica della polizia inglese.

Il misterioso dottore (Who in inglese significa “chi”) è in realtà un alieno, un Signore del Tempo, che periodicamente si rigenera,allo scadere del suo ciclo vitale o in caso di morte violenta,in un nuovo corpo per un massimo di 12 rigenerazioni.

Al momento il nostro dottore è alla nona delle sue rigenerazioni,avvenute per cause naturali (dal primo al secondo dottore) o accidentali (dal terzo al decimo). Fa eccezione la sua seconda rigenerazione,inflittagli come punizione dall’Alto Consiglio dei Signori del Tempo,insieme alla condanna a restare esiliato sulla Terra per un certo periodo,per aver interferito con le leggi del tempo.

Inizialmente bandito dal suo pianeta natale, Gallifrey, è stato successivamente eletto presidente dell’Alto Consiglio, rifiutando però la carica per continuare a viaggiare liberamente nello spazio e nel tempo. Ha eletto la Terra come sua seconda patria e vi torna ogni volta che può.