CONDIVIDI

Game Of Death è un film del 2010 diretto dall’italiano Giorgio Serafini e che ha per protagonisti Wesley Snipes, Zoe Bell, Robert Davi, Gary Daniels, Simon Rhee, Ele Bardha, Ho-Sung Pak, Robert Oppel, Vladimir Tevlovski, Frank Zieger, Stacie Hadgikosti, Dailyn Matthews.

Agente della CIA in incognito, Marcus dovrà fingersi guardia del corpo di un trafficante d’armi al soldo di un cinico capitalista di Detroit. Ad affiancarlo sarà la sua squadra, coordinata dal suo vice Zander. Ma Marcus non sa che la squadra con cui appunto ha lavorato in pericolose missioni per tutta la vita, ha deciso di ribellarsi ai suoi ordini e di tradirlo. Doveva essere il suo ultimo lavoro ed invece si tramuta nella sua più grande missione quando il suo cliente viene improvvisamente colto da un infarto durante un viaggio. Marcus si troverà in un ospedale di Detroit a combattere contro i suoi stessi uomini in una lotta all’ultimo respiro nel tentativo di proteggere a tutti i costi il trafficante d’armi.

Sebbene il film porti lo stesso titolo di un film di Bruce Lee, con quest’ultimo in comune non ha altro, non solo perché girato con attori ed in paesi diversi ma anche il genere stesso del film è ben diverso.

Alla regia troviamo l’italianissimo Giorgio Serafini, credendo che le soluzioni per catturare lo spettatore siano tre ovvero: la prima, diamo un po’ di slow motion e immagini velocizzate; poi aggiungiamo immagini sovraimpresse fino allo sfinimento; ed infine abbondiamo di svirgolate in color correction a destra e a manca.

Non sapremo mai se queste sono state tutte scelte sue oppure di post produzione, tuttavia Game of death non regge affatto il confronto con altri action direct to video, sia del passato che recenti ed anche interpretati dallo stesso Snipes che ormai sembra non aver più nulla da dare a livello recitativo.

Non è certo solo una questione di budget, visto che nel cast, oltre a Snipes e Daniels, troviamo anche la bella Zoe Bell, la stunt woman amata da Quentin Tarantino, qui visibilmente fuori parte, piuttosto viene da pensare che sia un problema di sceneggiatura, cosa che abbiamo visto anche in altre pellicole negli ultimi tempi. Infatti già da qualche anno, gli sceneggiatori Hollywoodiani sembrano essere entrati in una crisi creativa che, salvo poche eccezioni, non sembra avere fine.

Il film uscito direttamente in DVD già qualche tempo fa, verrà riproposto nuovamente in Home Video il prossimo 25 Gennaio in due edizioni la classica DVD che riproporrà il film in formato video 16:9 ed audio in Dolby Digital 5.1 ed in formato Blu Ray Disc con una risoluzione a 1080P che accontenterà gli amanti dell’alta definizione ed audio nella media degli standar Blu Ray Disc. Entrambe le edizioni sono prive di significativi contenuti speciali.