CONDIVIDI

Tra le tante serie presenti al Comic Con di San Diego, non poteva mancare Fringe che sta per aprire le porte ad una quinta ed ultima stagione, che scriverà la parola FINE ad una serie rimasta ormai nel cuore di tanti spettatori (nonché della stessa Fox, che ha deciso, ancora una volta e sull’orlo del baratro, di salvare l’intero format).

Come ogni serie che si rispetti, lo zoccolo duro dell’intera produzione viene sostenuto dalla pletora di fan, che mai come in questo caso si è mobilitata attraverso i social network per dimostrare interesse e seguito e tutto questo nonostante gli alti e bassi che hanno accompagnato le ultime stagione della serie, dimostrando d’aver sempre mantenuto un barlume di speranza e una innata fedeltà verso lo show, fomentati più che mai da qualche episodio posto strategicamente dagli autori sui futuri avvenimenti della serie e dallo stesso Joshua Jackson sceso personalmente in campo tramite i social per richiamare (con successo) i fan a raccolta a seguire gli episodi e a non abbandonare la serie.

E sono stati proprio i fan ad attendere con trepidazione questo panel che puntualmente è arrivato carico di notizie ed anticipazioni sull’ultima stagione di Fringe. Sarà l’ultimo panel prima del gran finale.

La genialità degli showrunners s’intravede sin dal principio quando, sul ciglio della Hall H, vari addetti danno al pubblico entrante cappellini di feltro, gli stessi usati dagli Osservatori. Senza indugi, parte un primo trailer che si rifà a Letters of Transit, il famoso episodio futuristico posto alla fine della quarta stagione che ha ingigantito esponenzialmente le attese e le speranze di tutti noi. Nel frattempo, vediamo sedersi al panel gran parte del main cast della serie, ossia Joshua Jackson (Peter Bishop), John Noble (Walter Bishop), Lance Reddick (Phillip Broyles), Anna Torv (Olivia Dunham), Jasika Nicole (Astrid Farnsworth) e Joel Wyman, produttore esecutivo . Alla fine del trailer, la parola viene prontamente data a Wyman, il quale afferma che la quinta stagione inizierà fin da subito parlando degli eventi che avverranno nel 2019, eventi già accennati in Letters of Transit, appunto. Lo stesso John Noble afferma che il merito del rinnovo va dato soprattutto ai fan e alla loro fede nei confronti dello show. La parola torna a Wyman, il quale svela che questo finale futuristico era in qualche modo in cantiere già dalla prima stagione. E’ il turno di Jasika Nicole, che ringrazia i fan per aver saputo apprezzare il suo personaggio. Lei stessa pensava di poter “morire“ fin dalle prime puntate, e mai avrebbe pensato di restare nello show fino alla fine. Viene fatto un breve commento riguardo agli Osservatori, che questa volta, com’è facilmente intuibile, saranno più cattivi che mai. Joshua Jackson approfitta per lodare la nobiltà d’animo di Peter, nobiltà intravista nei vari sacrifici che egli compie nel corso delle vicende per il bene comune. Lodevole la riflessione di John Noble: l’attore e’ contento di aver vissuto questa avventura con il cast che lui definisce splendido e, giurando di non piangere, parla dell’amore che domina l’intera vicenda, l’ amore che si cela tra Peter e Walter ma anche tra lo stesso Peter e Olivia. Vengono chieste anticipazioni sul futuro di Peter e Olivia, ma gli attori rispondono che bisognerà vedere, man mano, l’evolversi della scena. Di certo la loro storia giungerà in qualche modo alla fine, ma il bello resta scoprire come.

Continuano le carrellate di ricordi da parte degli attori, che con brevi citazioni o pensieri rievocano le scene più particolari e indimenticabili della serie. Le prime a cedere d’innanzi a tanta commozione sono proprio Anna e Jasika, seguite a ruota dagli altri membri del cast. Proiettano un nuovo video, un video che ripercorre i momenti migliori della serie ringraziando i fan e tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo. Alla fine, uno slogan recita “grazie, siete voi i nostri Osservatori”. Il tutto avviene sotto gli occhi commossi di Wyman. Arriva il tanto atteso momento delle fan questions, che chiedono agli autori se la storia continuerà sotto forma di altri media (fumetti magari). Risponde John Noble, affermando che un film potrebbe, ipoteticamente, essere fattibile. Viene inoltre chiesto del perché non vi siano Osservatori donne, ma la risposta data è che bisognerà attendere la quinta stagione per scoprirlo. Come ultima domanda si chiede agli attori quale sia il personaggio che più hanno gradito interpretare: per John Noble si tratta primo Walt post manicomio (proprio per il suo essere senza freni), per Anna L’Olivia alternativa e per Lance il Broyles alternativo. Joshua, scherzando, ammette di non essersela presa nell’interpretare un solo personaggio: così facendo, dice ridendo, ha avuto più giorni liberi rispetto agli altri. Il panel si chiude tra applausi scroscianti e lacrime di gioia, in attesa del gran finale. Un panel che non tradisce le aspettative, rivelandosi generoso di sorprese e commovente al punto giusto. Vedere attori di questo calibro soffrire e gioire insieme ai fan condividendo le loro stesse emozioni resta, senza alcun dubbio, lodevole.

Chiudiamo questo nostro articolo proponendovi il trailer di presentazione della quinta stagione appositamente realizzato per l’occasione ed a seguire l’intero evento così come lo hanno vissuto quelli che erano presenti.