CONDIVIDI

Ne avevamo parlato giusto qualche giorno fa in questo articolo, ma ora ritorniamo sull’argomento perché, a quanto pare, non ci sarà un nuovo episodio della saga di “Twilight”, parola di Robert Pattinson.

L’attore spiega al mensile Ciak che al momento non c’è alcun progetto del genere, anche se ammette che farebbe un altro film della serie “solo se lo scrivesse Stephanie Meyer”. Poi aggiunge: “Ma a questo punto mi chiedo cosa potrebbe succedere di diverso? Magari che Edward diventi cattivo? Ecco, questa sarebbe una notizia…”. Dopo un’estate di gossip e voci di rottura, in occasione dell’uscita di “Breaking Dawn – Parte 2” (nelle sale dal 16 novembre), Kristen Stewart e Robert Pattinson dicono addio alla saga di “Twilight”.

“Ora non c’è più stress: Bella non appartiene più a me e io non appartengo più a lei”, dichiara Stewart al mensile di cinema Ciak diretto da Piera Detassis, in edicola da questa settimana. Anche se poi aggiunge: “In realtà non dico mai veramente addio ai miei personaggi, me li porto tutti dentro. Con Bella il rapporto è stato più lungo e complesso, perché’ non ho convissuto con nessun altro personaggio per cinque anni”. E sul suo ruolo in “Breaking Dawn – Parte 2”, l’attrice aggiunge: ” È come l’aspettavo dal primo film. Non sopportavo più di stare a guardare gli altri mentre affrontavano i pericoli. Bella ora è potente e coraggiosa. Forse le spettatrici si identificheranno meno con lei, ma per me è stato più divertente”. E Robert Pattinson farebbe un altro film della serie? “Solo se lo scrivesse Stephanie Meyer – risponde – Ma a questo punto mi chiedo cosa potrebbe succedere di diverso? Magari che Edward diventi cattivo? Ecco, questa sarebbe una notizia…”.

Pattinson fa un bilancio di questi cinque anni: “Una rivoluzione: non avrei mai pensato di poter avere questo tipo di carriera, ne’ di vivere in America. L’aspetto negativo e’ che sarebbe stato meglio fosse capitato dieci anni fa, prima dell’era delle foto del cellulare e di Twitter. Non si può non dico litigare, ma neanche alzare la voce, perché’ tutto rischia di riflettersi poi sul lavoro”.

Sul mensile ci sarà in anteprima anche un servizio dedicato alla nuova saga “Beautiful Creatures”, che arriverà in Italia a febbraio. L’obiettivo della serie non è affatto segreto: raccogliere l’eredità di “Twilight”. Infatti, come spiega il produttore Andrew A.

  Kosove, “È una pura coincidenza che loro finiscono e noi cominciamo. Ma certo la successione a Twilight è il gioco più popolare praticato oggi a Hollywood. Nessuno puo’ avere la certezza di replicarne il successo, ma qualità e cura si”.