CONDIVIDI

A volte ci sono film che escono e passano inosservati, a volte ci sono film che sono attesi e deludono ed a volte ci sono film come Super 8 che escono in sordina e lasciano il segno. Il film che vi presentiamo oggi non è il solito film di fantascienza, non è il film che tiene occupati per due ore e poi lo si dimentica, no questo è uno di quei film che mette a nudo la fragilità di noi esseri umani, uno di quei film che ci fanno riflettere e che difficilmente si dimenticano, ma facciamo un passo indietro e cerchiamo di scavare più a fondo e presentarlo come si deve.

Super 8 è un film scritto e diretto da J.J. Abrams, già questo sinonimo di qualità, a qui dobbiamo aggiungere la produzione ad opera di Steven Spielberg che, letta la sceneggiatura del film, lo ha voluto produrre.

Nel cast ci sono alcuni nomi noti della tv ed altri meno noti ma che nell’insieme hanno dimostrato di saper funzionare molto bene e di non avere nulla da invidiare a cast con attori più blasonati. Il cast comprende: Kyle Chandler, Elle Fanning, Joel Courtney, Gabriel Basso, Noah Emmerich, Ron Eldard, Riley Griffiths, Ryan Lee, Zach Mills, Amanda Michalka, Beau Knapp.

Molti critici hanno definito il film una via di mezzo tra stand by me ed E.T. (entrambi di Spielberg) ed il paragone non è buttato li a caso, ma lo capirete tra poco man mano che leggerete la trama del film.

Nel 1979, all’età di 13 anni, Joe Lamb ha perso sua madre, vittima di un incidente sul lavoro. Louis Dainard arriva a casa dei Lamb per confortare la famiglia per la tragica scomparsa, ma il padre di Joe, il vice-sceriffo Jackson Lamb, ammanetta Dainard e lo porta via. Jackson, infatti, reputa Dainard unico responsabile della morte di sua moglie, dal momento che questi aveva perso il posto perché si era presentato a lavoro ubriaco ed il suo turno fu assegnato proprio alla moglie di Jackson, lo stesso giorno in cui lei perse la vita.

Quattro mesi più tardi il migliore amico di Joe, Charles Kaznyk, dà proprio alla figlia di Dainard, Alice, il ruolo della moglie del protagonista del suo film horror sugli zombie, girato con una pellicola Super 8. Joe, Charles e i loro amici si organizzano per girare una scena del film dopo la mezzanotte, vicino alla ferrovia. Alice ruba la macchina del padre e passa a prendere Joe, Charles, Preston, Martin e Cary ed il gruppo si dirige verso un vecchio deposito ferroviario. Mentre i ragazzi si preparano a riprendere la scena, giunge un treno e Charles è entusiasta perché quell’evento, per il suo film, potrebbe rivelarsi un valore aggiunto. Durante le riprese l’attenzione di Joe si sposta su un pick-up che si dirige verso il treno in arrivo. Il mezzo procede spedito e si schianta contro il treno, causando un deragliamento di massa. In seguito all’incidente, i ragazzi notano, intorno alla zona del relitto, strani cubi bianchi sparpagliati per il terreno. Il gruppo scorge il pick-up che si è schiantato contro il treno e, incuriositi, si avvicinano. Con loro grande sorpresa scoprono che alla guida del mezzo c’è il dottor Woodward, il loro insegnante di biologia.

Il dottor Woodward è ancora vivo e intima i ragazzi di non parlare mai con nessuno di ciò che hanno visto, altrimenti le loro vite e quelle dei loro genitori saranno messe in pericolo. Contemporaneamente giunge la US Air Force, guidata dal colonnello Nelec, per delimitare la zona dell’incidente. Impauriti, i ragazzi fuggono con l’auto del padre di Alice, portando via quel che rimane della loro attrezzatura. Nei giorni successivi all’incidente si verificano strani avvenimenti: i cani si allontanano dalla città, gli elettrodomestici e i motori delle automobili scompaiono. Ben presto anche le persone cominciano a scomparire nel nulla, e tra gli scomparsi risulta anche lo sceriffo della città. Jackson è dunque il nuovo sceriffo e come prima cosa chiede spiegazioni al colonnello Nelec riguardo agli strani fenomeni accaduti nei giorni che hanno seguito l’incidente e chiede se questi siano da mettere in correlazione proprio con l’incidente, ma Nelec lo invita a parlarne più tardi. Intanto i ragazzi si sentono sempre più coinvolti dall’incidente. Charles porta a sviluppare quel che rimane della sua pellicola, nella speranza che abbia ripreso qualcosa. Charles, infatti, intende sfruttare l’incidente per il suo film, ma le cose si complicano. Tra Alice e Joe, infatti, sta nascendo qualcosa. Anche Charles è innamorato di Alice ed il fatto che quest’ultima gli preferisca il suo migliore amico lo infastidisce. Il padre di Joe viene a sapere che suo figlio frequenta Alice e perciò gli vieta di vedersi con la ragazza.

Jackson, infatti, nutre ancora rancore nei confronti del padre di Alice ed è sempre convinto che sia l’unico responsabile della morte di sua moglie. Charles chiede a Joe di prestargli il suo modellino di un treno per riprenderlo mentre salta in aria, in modo da ricreare l’incidente. Nella notte, però, Alice fa visita a Joe e lo convince a non lasciare che Charles distrugga il suo modellino, essendo per lui una parte importante della sua collezione di modellini. Nella stessa notte Alice avvia, accidentalmente, un filmato che ritrae alcuni momenti dell’infanzia di Joe con sua madre. Alice rimane commossa e svela a Joe che suo padre si sente in colpa per ciò che è successo a sua madre e che vorrebbe esserci stato lui al suo posto il giorno dell’incidente. Alice torna a casa, ma a causa di un litigio con suo padre scappa. Louis la insegue con la macchina e provoca un incidente, Alice si ferma per guardare, ma nello stesso istante una strana creatura la rapisce. Intanto lo sceriffo Lamb si presenta sul luogo dell’appuntamento prestabilito con il colonnello, ma viene arrestato dai militari. L’aviazione statunitense, nel frattempo, mette in scena un incendio fuori dalla città, come pretesto per ordinare l’evacuazione dei cittadini, in modo da occuparsi della creatura lontano da occhi indiscreti. Joe accompagna Charles a riprendere il filmato della sua pellicola e, quando giunge in camera del suo amico, gli comunica che non intende lasciare che il suo modellino del treno venga distrutto. Mentre azionano il filmato, Charles è colto da un attacco di gelosia riguardo ad Alice ed instaura un’accesa discussione con Joe, ma poi la loro attenzione si sposta su ciò che il filmato sta proiettando: la pellicola ha ripreso una strana creatura uscire da un vagone del treno, subito dopo l’incidente. Mentre escono di casa vengono, però, costretti dai militari a salire su un furgone diretto ad una base vicina, per via dell’ordine di evacuazione. Giunti alla base Joe trova il padre di Alice, che gli rivela che sua figlia è stata rapita da una creatura mostruosa. Joe convince Charles, Cary e Martin a tornare in città per portare in salvo Alice, mentre Preston preferisce restare al sicuro nella base.

Una volta in città si dirigono verso la scuola, dove Joe è convinto di poter trovare informazioni utili a salvare Alice e sulla creatura che infesta la città, all’interno dell’armadietto del professor Woodward. I ragazzi scoprono un’interessante documentazione del dottor Woodward, tramite la quale vengono a scoprire che il treno trasportava una creatura aliena, rinchiusa all’interno dell’Area 51 dal 1958. Scoprono che gli strani cubi sparsi intorno al treno, dopo l’incidente, costituiscono in realtà i pezzi d’assemblaggio per l’astronave della creatura aliena. Scoprono che il dottor Woodward è sempre stato gentile con l’alieno, a differenza del colonnello Nelec, e per questo la creatura ha deciso di creare un contatto telepatico con lui, che ha tentato invano di convincere i militari dell’inoffensività dell’alieno, che cerca solo di tornare a casa. Ma il colonnello Nelec non ha mai ascoltato il dottore, preferendo torturare l’alieno per estorcergli informazioni riguardo alla tecnologia da lui utilizzata. Perciò il dottor Woodward ha deciso di orchestrare l’incidente col treno, per permettere all’alieno di fuggire e recuperare i cubi necessari per la costruzione della sua astronave per tornare a casa. Mentre i ragazzi apprendono tutto ciò, irrompono i militari, guidati proprio dal colonnello Nelec. I ragazzi vengono obbligati a salire su un mezzo diretto verso la base, ma lungo il tragitto vengono attaccati dall’alieno, che uccide tutti. I ragazzi, però, riescono a fuggire e si ridirigono in città. Joe ha capito dove si nasconde l’alieno e crede che lì trattenga Alice. I militari hanno messo a ferro e fuoco la città e Martin viene ferito. Joe convince Charles a rimanere con Martin per prestargli assistenza, mentre lui e Cary si dirigono verso il nascondiglio dell’alieno per salvare Alice.

Jackson, nel frattempo, riesce a fuggire dal luogo in cui era imprigionato e si dirige alla base. Comunica all’agente Rosko ciò che conteneva veramente il treno e che l’incendio è stato architettato dai militari. Viene però a sapere che Joe è tornato in città per salvare Alice, quindi prende con sé Louis Dainard e i due tornano insieme in città, per trovare i loro rispettivi figli. Durante il viaggio Louis rivela a Jackson di essere mortificato per ciò che è accaduto alla moglie, sentendosi responsabile della sua morte. Jackson, a questo punto, accetta le scuse di Louis. Joe e Cary trovano il luogo in cui si nasconde l’alieno, nel sottosuolo scavato all’interno di un garage. All’interno del rifugio dell’alieno scorgono tutti gli oggetti scomparsi e le persone rapite, appese a testa in giù. Joe trova Alice e per salvarla escogita un piano. Cary fa scoppiare alcuni petardi che distraggono l’alieno, così Joe ha l’occasione di salvare Alice. Una volta liberata la ragazza Joe salva anche lo sceriffo, che conduce il gruppo verso l’uscita. Ai fuggitivi si aggiunge anche Cary, ma proprio in quel momento compare l’alieno che uccide lo sceriffo. I tre ragazzi tentano invano di fuggire, ma vengono intrappolati. L’alieno cattura Joe, ma mentre si appresta ad ucciderlo, il ragazzo gli confessa di non avere cattive intenzioni e gli chiede scusa per come è stato trattato, invitandolo a fuggire. L’alieno, convinto dalla bontà di Joe, lo lascia andare insieme agli altri due ragazzi. Insieme i tre tornano in città, dove Joe e Alice ritrovano i loro rispettivi padri. A questo punto Joe prende la mano di Alice, i due sorridono mentre osservano l’alieno allontanarsi dalla Terra attraverso un’astronave costruita con i cubi e con tutti gli oggetti in metallo della città.

Durante i titoli di coda del film, viene mostrato che Charles è riuscito a completare il suo film e che lo ha presentato ai giudici di un festival del film. Charles suggerisce ai giudici di far vincere il suo film, ma viene interrotto da Alice in versione zombie, che lo aggredisce.

Come avete visto la trama è tutt’altro che banale, anzi risulta ben costruita rendendo questo film una piccola perla che sa fondere sapientemente sentimenti e fantascienza riuscendo a sdoganare i due generi e a proporli ad una vasta platea che a fine film difficilmente non si commuoverà.

Il film non solo è una bella storia ben costruita e ben raccontata, non solo ha il merito di riuscire a portare nelle sale una pellicola di fantascienza in un periodo in cui la fantascienza sembra svanire dalle sale, riuscendo a piacere anche a chi non è un amante di questo genere, ma è un film che trabocca di citazioni ed omaggi fatti alle pellicole ed ai registi degli anni 70/80 e per un appassionato di cinema è un vero piacere vedere questi omaggi o addirittura cercare di riconoscerne il più possibile.

Numerosissimi sono i riferimenti alle pellicole di Spielberg, in particolare a E.T. e a Incontri ravvicinati del terzo tipo, tra cui le biciclette, il motivo ricorrente dei ragazzini che guidano senza patente, l’ambientazione di provincia americana, i militari che intervengono danneggiando la creatura aliena. Particolarmente esplicita al riguardo è la scena della prima apparizione di questi ultimi, torce alla mano, esattamente come in E.T.

La creatura del film invece è ispirata più alla fantascienza degli ultimi anni che non ai film di Spielberg. Come in District 9 l’alieno lavora sottoterra, e le sue fattezze ricordano da vicino quelle del mostro di Cloverfield e quelle di un gigantesco ragno. Differentemente dagli alieni “buoni” del cinema spielberghiano degli anni ’70 e ’80 la creatura di Super 8 non si fa problemi a uccidere per nutrirsi o anche solo per vendetta, collocandosi in un campo sfumato tra il bene e il male.
Le battute sarcastiche quando Charles ordina un caffè sono un altro omaggio al regista. È infatti noto che Spielberg afferma di non aver mai bevuto un caffè in vita sua.

Nelle camere di Joe e Charles sono appesi numerosi poster di pellicole di genere degli anni ’70, tra cui Halloween – La notte delle streghe, Zombi e Guerre Stellari.

Il film che i ragazzi stanno girando è un omaggio alle pellicole horror a tema zombie in voga in quegli anni. Non a caso il nome della ditta incriminata della creazione degli zombie si chiama “Romero Chemicals”.

Quando Joe e Charles guardano il filmato fatto durante l’incidente ferroviario si può notare, sulla destra del teleschermo, in ombra, una fotografia ritraente l’intero cast della serie originale di Star Trek; serie di cui Abrams ha girato il reboot cinematografico nel 2009.

Questi sono solo alcuni e da quanto è stato appena detto, potete dedurre quale sia l’amore per il cinema vecchio, oggi divenuto classico e quanta voglia abbia di riproporlo in chiave moderna, cosa che senza ombra di dubbio è riuscita con la realizzazione di questo film.

L’edizione home video del film è proposta in una duplice offerta, così suddivisa:

–    Edizione DVD con il film ed una discreta dotazione di extra che comprendono: Commento al film di J.J.Abrams, Speciale Bryan Burk e Larry Fong, Speciale Il Sogno Dietro Super 8 ed infine lo speciale “The Visitor Lives”.
–    Edizone Blu Ray che comprende film ed una discreta dotazione di extra che comprendono: Commento al film di J.J.Abrams, Speciale Bryan Burk e Larry Fong, Speciale Il Sogno Dietro Super 8 ed infine lo speciale “The Visitor Lives”; una copia del film in edizione DVD ed una copia del film in edizione digitale per rendere il film visibile su qualsiasi piattaforma.

La qualità video ed audio è nella media dei supporti utilizzati che specialmente per l’edizione Blu Ray presenta un video con risoluzione Full HD a 1080p ed una traccia audio in Dolby Digital 5.1. Ci sentiamo di consigliarvi quest’edizione che per una piccola differenza di prezzo rispetto all’edizione DVD vi regalerà molto di più e vi ritroverete nella vostra videoteca personale un film che domani sarà considerato di culto.