CONDIVIDI

The Eagle è un film diretto da Kevin Macdonald con Channing Tatum, Jamie Bell, Donald Sutherland, Mark Strong, Tahar Rahim, Denis O’Hare, Douglas Henshall, Jon Campling, Julian Lewis Jones, Dakin Matthews, Paul Ritter, Lukács Bicskey, Jamie Beamish, Ben O’Brien, Brian Gleeson, Walter Van Dyk.

Il film è l’adattamento cinematografico del romanzo L’Aquila della IX Legione di Rosemary Sutcliff e tratta, indirettamente, della leggenda sulla misteriosa scomparsa della IX Legione romana nel II secolo dopo Cristo. Nel 120 la IX Hispana fu sostituita a Eburacum dalla VI Victrix: per lungo tempo il destino della legio IX a partire da questa data è rimasto ignoto, tanto da far sviluppare leggende riguardo alla sua scomparsa tra gli Scoti; negli anni settanta la scoperta di alcune iscrizioni ha dimostrato che la legione fu trasferita a Noviomagus Batavorum (moderna Nimega, Paesi Bassi), nella Germania inferiore, dove rimase almeno fino al 131, quando fu nuovamente spostata e inviata, probabilmente, in Oriente.

Si è così ipotizzata la fine di questa legione: in occasione della rivolta di Bar Kochba in Giudea sotto Adriano (132-135); oppure in Armenia o in Cappadocia poco dopo la morte di Antonino Pio (avvenuta 161) ed in seguito alla quale Roma scatenò una controffensiva contro i Parti dal 162; oppure nel corso delle invasioni dei Catti del 162. Di sicuro, la legione cessò di esistere, al più tardi, agli inizi del regno congiunto di Marco Aurelio e Lucio Vero.

Un tempo si credeva, almeno da parte di alcuni storici britannici, che la IX Legione fosse scomparsa durante il suo soggiorno in Britannia, presumibilmente distrutta in conflitto dai popoli che abitavano l’attuale Scozia. Questa idea è stata utilizzata nei romanzi L’Aquila della IX Legione di Rosemary Sutcliff, Legion From the Shadows di Karl Edward Wagner, Red Shift di Alan Garner, Engine City di Ken MacLeod, Warriors of Alavna di N. M. Browne, La IX Legione di Giorgio Cafasso, e anche nel film L’Ultima Legione. Il romanzo storico fantasy Ghost King di David Gemmell vede la IX Legione intrappolata per 400 anni nel Limbo prima di essere liberata da Uther Pendragon.

The Eagle, vede un centurione alla ricerca della verità sulla fine di quella legione, siamo nel 140 d.C. Il giovane centurione Marcus Aquila è un giovane comandante di un Castrum in Britannia, figlio del comandante della Nona legione, di cui ne aveva perso la preziosa aquila romana. Una notte, svegliato da incubi e timoroso a causa alcuni rumori provenienti al di fuori del fortino, fa svegliare i soldati. Dopo alcuni minuti, quando tutto sembra rivelarsi un falso allarme, guerrieri caledoni oltrepassano le mura e attaccano il forte, perendo però contro la preparata difesa dei legionari. La mattina seguente l’esercito caledone si presenta alle porte del fortino mostrando l’esecuzione di alcuni prigionieri romani che erano stati mandati in cerca del carro con gli alimenti che doveva arrivare al forte giorni prima; Marcus decide di salvarli affrontando i nemici con un manipolo di uomini disposti a testuggine in modo da raggiungere i prigionieri e liberarli, ma subito dopo i barbari si ritirano e carri falcati caricano contro i legionari. L’ordine di ritirata di Marcus non riesce però a salvare tutti i suoi soldati e, capendo anche lui di non poter raggiungere il forte in tempo, decide di lanciare un pilum contro il carro che lo sta caricando, ma gli viene comunque addosso. Si risveglia in un ospedale (sempre in britannia) in cui riceve lodi e onori dal senato per il suo coraggio ma a malincuore anche un congedo a causa delle ferite subìte. Deciso però a fare luce sul mistero della scomparsa della IX legione, decide di partire per la Caledonia insieme ad uno schiavo barbaro a cui aveva salvato la vita durante uno scontro gladiatorio.Dopo essersi diretti a Nord del vallo incontreranno molte difficoltà ed alcuni reduci della IX Legione che gli informano che l’aquila è in mano alla temuta tribù degli uomini foca. I due riescono infine a trovare l’aquila dorata, oggetto di venerazione e emblema della IX.

Decidere di girare un film ambientato ai tempi dell’Impero Romano è sempre una mossa azzardata: il paragone con “Il gladiatore” di Ridley Scott è alle porte ed è facile realizzare un buco nell’acqua. Ma questo non è il caso di “The Eagle”, un film che non resterà impresso nei cuori di tutti ma che comunque si rivela un buon prodotto. Tra magnifici costumi e splendide vallate scozzesi, Kevin Macdonald (“L’ultimo re di Scozia”) riprende in mano il romanzo “La legione scomparsa” di Rosemary Sutcluff e dà vita ad una storia d’amicizia che supera ogni barriera razziale.

I due protagonisti sono Channing Tatum e Jamie Bell, entrambi ex ballerini nei rispettivi “Step up” e “Billy Elliot”. Punto forte del film sono le location: le misteriose Highlands hanno permesso numerosi ed affascinanti campi lunghi nella parte del film dedicata alla ricerca dell’aquila dorata, mentre le scene ambientate a sud del Vallo di Adriano sono state girate nelle campagne adiacenti Budapest. Meritano una menzione anche i sofisticati costumi, che sono stati resi in modo davvero brillante: dalle sfolgoranti armature romane alle rozze vesti quasi primitive dei britanni.

“The Eagle” è una pellicola che coinvolge lo spettatore, tant’è che sembra quasi impossibile non tifare per il protagonista; il punto negativo sono le numerose scene violente, che seppure contribuiscano a creare un clima realistico non sono proprio adatte ai più deboli di stomaco. Una curiosità: l’affiatamento tra i due protagonisti è stato tale che le cospicue battaglie sono state girate senza l’aiuto di controfigure.

Il film, uscirà in Home Video il prossimo 25 gennaio e sarà disponibile sia nella classica edizione DVD a disco singolo che nella versione Blu Ray con traccia video in risoluzione a 1080p, mentre la traccia audio risulta di qualità nella media dei supporti Blu Ray. Entrambe le edizioni sono prive di contributi speciali significativi.