Wonder Woman

Gal Gadot, attraverso le pagine di Entertainment Weekly, ha fatto un timido accenno al terzo film di Wonder Woman parlandoci delle sue aspettative.


Nello specifico l’attrice ha detto, senza sbilanciarsi troppo dove la pellicola potrebbe essere ambientata affermando quanto segue:

“Mi piacerebbe fosse ambientato nel presente, ma forse sarà nel futuro. Di sicuro non sarà ambientato nel passato” spiega l’attrice.

Sempre firmato dalla regista Patty Jenkins (Wonder Woman) con Gal Gadot che torna a interpretare la regina delle amazzoni. Sul set del film, atteso nelle sale a giugno 2020, tornano anche Kristen Wiig, nel ruolo della super cattiva The Cheetah, e Chris Pine che torna a interpretare Steve Trevor.

Un rapido balzo fino agli anni ’80 nella nuova avventura per il grande schermo di Wonder Woman, che si troverà ad affrontare un nemico del tutto nuovo: The Cheetah. Il film riprende le avventure della supereroina, dopo il primo film campione d’incassi Wonder Woman, capace di incassare 822 milioni di dollari al box office a livello mondiale. Come il precedente, anche WONDER WOMAN 1984 sarà diretto dall’acclamata regista Patty Jenkins e la protagonista sarà ancora una volta Gal Gadot.

Nelle vicende, sarà centrale la figura di Maxwell Lord (interpretato da Pedro Pascal): a differenza del personaggio dei fumetti, non avrà la capacità di controllare le menti quanto (in maniera ancora non chiara) di esaudire qualunque desiderio ad un preciso prezzo…questo permetterà sia a Minerva di acquisire i poteri (prima usandoli come un’eroina poi, quando il suo lato “bestiale” prenderà il sopravvento, toccherà a Diana fermarla) sia a Steve Trevor di tornare in vita (si vocifera che il tutto avverrà con un passaggio di anima, situazione ancora nel campo delle ipotesi).

Precedentemente, a Variety, proprio l’attore Chris Pine ha parlato del ritorno del suo personaggio e del “nuovo” Steve che vedremo nel film: “Per come interagisco sullo schermo e le scene che ho, posso dire che mi hanno semplicemente trasformato in un semplice uomo” spiega l’attore “Ho amato la mia donna, come personaggio, lei rimane la mia partner e questo mi definisce come uomo. E’ meraviglioso, da personaggio, essere innamorati. Delle volte, è uscito fuori il mio ego che mi voleva coinvolto in qualche lotta spaccac**i ma Patty mi ha fermato sottolineando che, in questo film, non era quello il mio ruolo”.

Al momento non disponiamo di altre informazioni in proposito ma, come di consueto, continueremo a seguire molto da vicino il cammino di questo lungometraggio e, non appena vi saranno altri ed ulteriori sviluppi, non mancheremo di tenervi aggiornati, quindi continuate a seguirci.

Stay Tuned!!!