Questa la sinnossi dell’ultimo film sritto, diretto e montato da Alfonso Cuarón “Gravity”:

“La Dottoressa Ryan Stone (Sandra Bullock), un geniale ingegnere medico alla sua prima missione spaziale sullo shuttle assieme all’esperto astronauta Matt Kowalsky (George Clooney) un veterano con tantissima esperienza al comando del suo ultimo volo prima di ritirarsi, sono i membri dell’equipaggio dello Space Shuttle. Ma quella che sembrava una missione di routine, sfocia nel disastro; a causa di una pioggia di meteoriti, lo shuttle viene distrutto, lasciando la dottoressa Stone ed il veterano Kovalsky completamente da soli, collegati a nulla se non l’uno all’altra, fluttuando nello spazio e completamente isolati dalla terra, senza nessuna possibilità di salvezza.
Mentre la paura si trasforma in panico, ogni boccata d’aria si mangia quel poco di ossigeno rimanente. L’unica strada verso casa potrebbe essere spingersi ancora più lontano nella terrificante distesa dello Spazio”.

Con quasi un’anno di ritardo (11 mesi) il film sarà nelle sale il 4 Ottobre 2013; il film girato a Londra, nei dintorni del Lago Powell e negli Shepperton Studios di Shepperton, girato in 3D nativo con lunghissimi piani sequenza è diventato uno dei proggetti più ambiziosi della Warner Bros, speriamo solo non si riveli un film insensato come Prometheus, ma bellissimo visivamente.


Gravity