Wonder Woman 1984

Grazie al COVID-19, siamo stati costretti a dover aspettare Wonder Woman 1984 più a lungo di quanto chiunque si aspettasse.


Ora, con il sequel previsto per il prossimo ottobre, la speranza è che la Warner Bros. condivida un nuovo trailer e riavvii la campagna di marketing al prossimo evento DC FanDome. 

In una recente intervista con InStyle, alla star Kristen Wiig è stato chiesto del suo ruolo di dottoressa Barbara Minerva nel sequel di Patty Jenkins, e con l’attrice che interpreta anche Cheetah, c’è stato un sacco di formazione.

“Otto mesi a Londra”, ha detto quando le è stato chiesto quanto sono durate le riprese: 

“ma prima ho dovuto allenarmi per alcuni mesi a casa. Ero entusiasta di rimettermi in forma, ma è stato davvero fottutamente difficile, e non c’erano giorni liberi. Il mio programma non era affatto come quello di Gal Gadot, perché era lì tutto il giorno tutti i giorni. Ma mi allenavo con le acrobazie e quando mi mostravano le anteprime di quello che stavo facendo dicevo, ‘Sei pazzo?'”

A Wiig è stato anche chiesto della sua trasformazione in Cheetah e, ​​sebbene non abbia potuto rivelare molto, ha indicato che Minerva subisce una serie di trasformazioni nel corso di Wonder Woman 1984.

“No, non ci era permesso fare foto”, ha confermato l’attrice quando è stata interrogata sulla possibilità di selfie subdoli sul set del film. “Questo era un blocco. Ce l’hanno da qualche parte, e lo vedrai. Ma ci sono diverse evoluzioni del mio personaggio. Ti lascio con quello.”

Questo è decisamente intrigante, ed è difficile non sperare che vedremo Cheetah assumere una “forma finale” che è un po’ più accurata dei fumetti di quella che abbiamo visto dalla promo art trapelata e dalle action figure.