Leonardo di Caprio e Brett Johnson, scrittore di Ray Donovan, stanno collaborando per realizzare uno show televisivo, ancora senza titolo, che dovrebbe esplorare dall’interno il mondo della mafia. Ambientato nel 1980 a Brooklin, il crime drama tratterà il rapporto decennale tra un instabile boss della mafia e un agente federale, entrambi rei di aver violato il codice delle rispettive organizzazioni. La serie dovrebbe incentrarsi anche sugli effetti del potere della corruzione di Wall Street, tanto sulla mafia che sul Federal Bureau Investigation.

Johnson sta provvedendo ad una prima bozza dello script, ma sarà anche produttore esecutivo proprio accanto a Di Caprio. La produzione sarà diretta da Jennifer Davisson Killoran, Bryan Zuriff di Ray Donovan, Charles Pacheco, Jennifer Erwin e Dan Pearson.

Per di Caprio si tratterebbe di un ritorno al tema della criminalità organizzata dopo aver partecipato a The Departed – Tra il bene e il male di Martin Scorsese, dove ha interpretato proprio il ruolo di un infiltrato nella mafia, fungendo da contraltare ad un agente corrotto, interpretato da Matt Damon.

Restiamo ancora in attesa di comunicazioni ufficiali da parte del network Showtime, sebbene la notizia sia stata già confermata da The Hollywood Reporter.