La Universal Pictures, che nei mesi scorsi aveva fissato la nuova data di uscita del prossimo episodio della saga di Bourne, il quinto, fa sapere che questa settimana partiranno le riprese della pellicola.


In un’intervista a Buzzfeed Damon svela che lui e il regista Paul Greengrass negli otto anni che sono trascorsi da The Bourne Ultimatum – Il ritorno dello Sciacallo (2007) hanno rivisitato l’idea di tornare a raccontare la storia di Bourne ogni due anni circa, ma:

“Abbiamo visto questi film come a qualcosa durante la presidenza Bush, così abbiamo dovuto aspettare che il mondo cambiasse“.

E il mondo è cambiato grazie alle rivelazioni dell’ex tecnico della CIA ed ex consulente informatico del NSA Edward Snowden, sull’esistenza di diversi programmi di sorveglianza di massa usati dal governo americano in gran segreto.

“Senza dire troppo, Bourne è in un Europa crivellata dall’austerità e in mondo dopo Snowden. Sembra che sia abbastanza cambiato. Ci sono tutte queste serie di argomentazioni sullo spionaggio e le libertà civili e la natura della democrazia”.

Ricordiamo ai nostri lettori che la pellicola prende il posto della precedente data occupata dal nuovo film del Pianeta delle Scimmie: arriverà, negli Stati Uniti, il 29 luglio 2016. A scrivere il film il regista Paul Greengrass, il protagonista Matt Damon e Christopher Rouse: tutti e tre collaboreranno alla stesura dello script.

Matt Damon lo scorso maggio, durante una discussione, si era dichiarato più che disponibile ad interpretare ancora una volta la fuggitiva spia del governo, creata dall’autore Robert Ludlum.

Matt Damon, infatti, era stato Jason Bourne per ben tre volte nel 2002, 2004 e 2007, rispettivamente nei film The Bourne Identity, The Bourne Supremacy e The Bourne Ultimatum-Il ritorno dello sciacallo.

Jeremy Renner aveva, poi, preso le redini del franchising come la super-spia Aaron Croce nel 2012 con The Bourne Legacy, per il quale la Universal sta anche sviluppando un sequel. Il prossimo capitolo di Renner era previsto per il 16 luglio 2016, ma sembra che Damon potrebbe aver preso il suo posto.

Chissà poi che in un futuro non troppo lontano vedremo insieme sul grande schermo Aaron Cross/Jeremy Renner e Jason Bourne/Matt Damon

Poco o nulla si sa sul nuovo film, se non che arriva alla fine dell’amministrazione Obama proprio come The Bourne Ultimatum arrivò alla fine dell’amministrazione Bush. Inutile dire che potrebbe essere in qualche modo legato a temi attuali.

Nel cast troveremo Tommy Lee Jones nei panni di un ufficiale di alto grado della CIA, Julia Stiles di nuovo nel ruolo di Nicky, Alicia Vikander (il suo ruolo al momento è sconosciuto) e, forse, Viggo Mortensen nel ruolo del cattivo.

Al momento non disponiamo di altre informazioni ma, come di consueto, continueremo a seguire molto da vicino la vicenda e, non appena vi saranno altri ed ulteriori sviluppi, non mancheremo di tenervi aggiornati, quindi continuate a seguirci.

Stay Tuned!!!