Auguri per la tua morte

Auguri per la tua morte (Happy Death Day), è un film del 2017 diretto da Christopher Landon ed interpretato da: Jessica Rothe, Israel Broussard, Ruby Modine, Rachel Matthews, Charles Aitken, Jason Bayle, Phi Vu, Donna DuPlantier, GiGi Erneta, Tenea Intriago.


Tree Gelbman è una studentessa del college molto popolare e dal carattere superficiale e sbarazzino, che pensa di ottenere tutto ciò che vuole con la sua bellezza.

Il giorno del suo compleanno viene uccisa da qualcuno che indossa una maschera inquietante. Ma invece di morire, si risveglia inspiegabilmente nel dormitorio dove si trovava quella mattina, e tramite una serie di segnali capisce che sta rivivendo la medesima giornata e che resterà imprigionata in questo loop temporale finché non scoprirà chi sia il misterioso assassino che la eliminerà quella notte. Dopo innumerevoli tentativi, scopre che l’assassina è la sua compagna di stanza Lori che, prima aveva avvelenato il suo cupcake di compleanno e, non essendo sicura di riuscire nell’intento, aveva fatto evadere dalla sua stanza d’ospedale uno psicopatico serial killer, facendo in modo che la colpa della morte di Tree ricadesse su di lui. Così, durante una colluttazione, Tree riesce ad uccidere Lori, interrompendo il loop temporale che la teneva ferma in quella giornata. Questo imprigionamento comunque si rivelerà utile, in quanto darà il via ad un processo di autoanalisi grazie al quale Tree rivede anche il suo modo di essere, capendo così chi siano realmente le persone che la circondano e diventando una persona migliore. Inoltre, la ragazza si innamorerà di Carter, che l’aveva aiutata a trovare una soluzione durante il suo imprigionamento.

È infatti la natura profondamente pop di Auguri per la tua morte a dare un senso alla sua esistenza, come svela, o meglio sottolinea, l’epilogo. Che si rivolge a chi non sa, a chi ignora. Alle nuove generazioni, su cui troppo spesso lo storytelling esercita una presunzione di conoscenza di pietre miliari di un’altra epoca.

Un discorso che vale tanto per Ricomincio da capo, cult di fine Ottanta ripetutamente citato e omaggiato a decenni di distanza, su cui Auguri per la tua morte basa dichiaratamente la propria struttura narrativa, che per Halloween o Venerdì 13, capisaldi slasher saccheggiati infinite volte (in primis da Scream, altro titolo senza il quale il film di Christopher Landon non esisterebbe). Nello spirito delle produzioni Blumhouse (Get Out, Split), zibaldoni spesso geniali di genere, ben oltre il postmoderno, Auguri per la tua morte rappresenta quasi una sfida: funziona ancora il pattern? Riuscirà a tenere desta l’attenzione su un plot destinato a riservare poche sorprese?

La risposta è sì, è innegabile: complici uno script brillante e un’interpretazione sorprendente come quella di Jessica Rothe, Auguri per la tua morte accompagna lo spettatore fino all’inevitabile soluzione del mistero (ché in fondo di whodunit si tratta, anziché di horror o teen comedy). Con una spruzzata da racconto di formazione in stile Mean Girls, visto che – in linea con Ricomincio da capo – il loop della protagonista è innanzitutto un percorso di crescita interiore. E se, volendo, il materiale per analisi e approfondimenti non manca – ad esempio interrogandosi sul significato della maschera del killer e sui riferimenti al pericolo di una maternità imprevista – l’approccio migliore resta quello del mero e spensierato entertainment.

C’è un cinema horror che non si limita ad essere citazionista ma riporta in sala l’atmosfera dei vecchi popcorn movies con ironia e un pizzico di sana nostalgia. Appartiene senz’altro alla categoria questo film, successo a sorpresa al box office americano, che nell’ambientazione del college e nei giovani protagonisti ricorda un perfido teen movie come Schegge di follia ma anche gli slasher anni Ottanta e il metacinema della serie Scream. Se poi aggiungiamo che si tratta di un vero e dichiarato remake di Ricomincio da capo in salsa dark, comprendiamo l’appeal di un film che parla agli adolescenti di oggi ma anche a quelli di ieri. Di Jessica Rothe, la ragazza condannata a rivivere la stessa orribile giornata del suo compleanno e della sua morte, sentiremo sicuramente parlare in futuro: è davvero bravissima a rendere credibile la sua trasformazione da orribile bitch a brava ragazza, con tutti gli stadi intermedi. Divertente, veloce e intelligente, è un perfetto date movie e ancora un altro hit per la Factory del produttore Jason Blum e per lo sceneggiatore Christopher Landon, che passa l’esame di maturità dopo aver scritto tre sequel di Paranormal Activity.

Scheda Tecnica Edizione Blu Ray

Produttore Universal
Distributore Universal
Anno pubblicazione 2018
Area 2 – Europa/Giappone
Codifica PAL
Formato video 2,40:1 Anamorfico 1080p
Formato audio 5.1 DTS: Italiano Francese Spagnolo Tedesco
5.1 DTS HD: Inglese
Sottotitoli Italiano Inglese NU Francese Spagnolo Tedesco Danese Olandese Finlandese Islandese Norvegese Portoghese Svedese Arabo Hindi
Tipo confezione Amaray
Numero dischi 1
Extra Finale alternativo
Scene tagliate

Scheda Tecnica Edizione DVD

Produttore Universal
Distributore Universal
Anno pubblicazione 2018
Area 2 – Europa/Giappone
Codifica PAL
Formato video 2,40:1 Anamorfico
Formato audio 5.1 Dolby Digital: Italiano Inglese Spagnolo
Sottotitoli Italiano Inglese NU Spagnolo
Tipo confezione Amaray
Numero dischi 1
Extra Finale alternativo
Scene tagliate

Scheda Film