Dora e la città perduta

Dora e la città perduta (Dora and the Lost City of Gold) è un film del 2019 diretto da James Bobin ed interpretato da: Isabela Moner, Eugenio Derbez, Michael Peña, Eva Longoria, Adriana Barraza, Temuera Morrison, Jeffrey Wahlberg, Nicholas Coombe, Madeleine Madden, Danny Trejo, Benicio Del Toro, Q’Orianka Kilcher, Christopher Kirby, Malachi Barton, Natasa Ristic.


Dora e la città perduta, film diretto da James Bobin, è un live-action basato sulla serie animata prodotta da Nickelodeon “Dora l’esploratrice”.

Dora (Isabela Moner) è un’avventuriera nata, che ha trascorso gran parte della sua vita esplorando l’impervia giungla insieme ai genitori (Eva Longoria, Michael Peña). Nessuna esplorazione e nessun posto ostile potevano prepararla, però, a una delle imprese più pericolose di sempre: andare al liceo. Insieme all’amica fidata, la scimmia azzurra Boots, suo cugino Diego (Jeffrey Wahlberg), un misterioso abitante delle foreste (Eugenio Derbez) e altri amici, la ragazza partirà per un’avventura senza precedenti alla ricerca dei suoi genitori scomparsi, cercando di risolvere un mistero impossibile dietro una città Inca perduta.

Dora e la città perduta, diretto dal regista dei due Muppet movies James Bobin, segue una strategia incomprensibile per un film live-action tratto da una serie di animazione molto amata: trasformare la protagonista dalla bambina che tutti conosciamo a una teenager da sitcom disneyana.

Proprio come i giovani protagonisti della terza stagione di Stranger Things, la scatenata Dora Marquez si trova ad affrontare una doppia impresa: da una parte l’adolescenza e dall’altra un’avventura decisamente pericolosa, che nel suo caso non prevede mostri soprannaturali e dimensioni parallele, ma la porta, in seguito a un rapimento, in Perù, fra la foresta amazzonica e le sabbie mobili.

L’idea probabilmente era quella di rivolgersi ai fan originali del cartone e rispettarne l’attuale età anagrafica, ma in questo modo è stato creato un ibrido che non è né carne né pesce: né un racconto interattivo ed istruttivo per i piccoli, come era la serie animata, né un teen movie per ragazzi che probabilmente saranno imbarazzati di fronte a una 16enne iperentusiasta e sempre pronta a pronunciarsi in slogan come “Se credi in te stessa tutto è possibile” o a intonare la “canzone della pupù”. Questa imprecisione nel rivolgersi al target appropriato è inspiegabile per un film evidentemente concepito come franchising.

Peccato, perché nelle prime scene invece lo spirito della serie d’animazione sembrava rispettato e cinematograficamente rielaborato in modo interessante, vedi il momento in cui Dora si gira verso il pubblico per coinvolgerlo in una spiegazione e il padre si domanda con chi stia parlando (lo sguardo in camera si può gestire in modo assai efficace: vedi la serie Amazon Fleabag).

Invece l’encomiabile lavoro originale di educazione del pubblico viene accantonato, e ci ritroviamo di fronte ad una trama che è un pastrocchio citazionista, da Indiana Jones e il tempio maledetto a All’inseguimento della pietra verde, da Scooby Doo a Il libro della giungla, senza mostrare né la grazia né l’ironia né di alcuno degli esempi citati.

Nell’era delle piattaforme avrebbe avuto più senso, volendo elevare il target anagrafico, creare una serie interattiva sul modello Bandersnatch, lasciando agli spettatori la possibilità di scegliere fra le alternative proposte da Dora per proseguire nella storia: un po’ come la serie Netflix You Vs Wild. Invece la magia infantile di Dora versione animata viene sostituita da un generico teen action movie che è un compendio di film già visti e storie già raccontate.

Girato in Australia, Dora e la città perduta ha ottenuto un buon punteggio su Rottentomatoes e Isabela Moner è stata apprezzata per il suo carisma e per la sua recitazione naturale. James Bobin ha diretto il film a tre anni di distanza da Alice attraverso lo specchio, il sequel di Alice in Wonderland di Tim Burton.

Scheda Tecnica Edizione Blu Ray

Produttore Paramount
Distributore Universal
Anno pubblicazione 2020
Area 2 – Europa/Giappone
Codifica PAL
Formato video 1,78:1 Anamorfico 1080p
Formato audio 5.1 Dolby Digital: Italiano Francese Spagnolo Russo Tedesco Ungherese Polacco Portoghese
Dolby TrueHD Atmos: Inglese
Sottotitoli Italiano Inglese Inglese NU Danese Olandese Finlandese Francese Tedesco Greco Ungherese Islandese Norvegese Polacco Portoghese Romeno Russo Spagnolo Svedese
Tipo confezione Amaray
Numero dischi 1
Extra Trailer

Scheda Tecnica Edizione DVD

Produttore Paramount
Distributore Universal
Anno pubblicazione 2020
Area 2 – Europa/Giappone
Codifica PAL
Formato video 1,78:1 Anamorfico
Formato audio 5.1 Dolby Digital: Italiano Inglese Francese Spagnolo Inglese Audiodescrizione
Sottotitoli Italiano Inglese Inglese NU Danese Olandese Finlandese Francese Norvegese Spagnolo Svedese
Tipo confezione Amaray
Numero dischi 1
Extra Trailer

Scheda Film