Ancora una volta torniamo a parlarvi di un classico del cinema che, a distanza di anni, torna nel circuito dell’Home Video italiano grazie all’alta fedeltà del formato Blu Ray.

Ad essere rivalutato è Howard e il destino del mondo (Howard the Duck) il  film del 1986 diretto da Willard Huyck ed interpretato da Tim Robbins, Lea Thompson, Jeffrey Jones, Ed Gale, Chip Zien, Timothy M. Rose, Steve Sleap, Peter Baird, Mary Wells, Lisa Sturz, Jordan Prentice, Paul Guilfoyle, David Paymer, Miles Chapin, Miguel Sandoval, Richard Edson, Tom Parker, Debbie Lee Carrington, Virginia Capers, William Hall, Sheldon Feldner, Paul Comi, Liz Sagal, Holly Robinson, Tommy Swerdlow, Ronald McGonagle, Lee Anthony, Maureen Coyne, James Lashly, Ed Holmes.

Il papero alieno Howard (che, insieme a Beverly Switzler, è l’unico personaggio che proviene dal fumetto originale) viene trasportato a Cleveland (Ohio) da un esperimento fallito con un laser. Il fascio di luce ha trascinato con sé anche uno degli Occulti Super Sovrani dell’Universo, alieni intenzionati a distruggere la Terra.

Ad aiutare Howard (ritratto da varie controfigure travestite da anatre), è la cantante rock Beverly Switzler (Lea Thompson (in origine il ruolo era stato proposto all’allora sconosciuta Tori Amos). Andati al centro ricerche responsabile dell’accaduto, sfuggono alla sua esplosione. Il papero, Beverly e un apprendista scienziato suo amico (Tim Robbins) riescono a fuggire, ma poi dovranno fermare l’Occulto Super Sovrano dell’Universo, entrato nel corpo dello scienziato Walter Jenning (Jeffrey Jones).

Il film è divertente, ma non un riuscito adattamento. Howard è un pupazzo, all’interno del quale si sono dati il cambio un gruppo di mimi, otto per l’esattezza. Mentre la voce, nell’originale, fu affidata a Chiep Zien. Gli effetti speciali (abbastanza decenti per un film di questo livello) furono realizzati dalla Industrial Light and Magic (ILM) di Lucas.

La scena all’autogrill fu la più complessa (avviene la mutazione di Jenning nell’Oscuro) e per il finale la creazione dell’Oscuro Super Sovrano dell’Universo fu affidata al geniale Phil Tippett (ideatore del Go-motion e indimenticabile artigiano degli effetti speciali de L’Impero Colpisce Ancora, Il Ritorno dello Jedi, Robocop, Jurassic Park e Starship Troopers)!

La colonna sonora fu realizzata da John Barry (entrato nella storia per aver ideato il tema di James Bond)!

Prima di affidare il ruolo della musicista Beverly a Lea Thompson, la parte venne proposta alle cantanti Tori Amos e Belinda Carlisle. Tra l’altro, nel 1985 Lea Thompson aveva interpretato il ruolo della futura mamma di Michael J. Fox in “Ritorno al futuro”.

Prodotto da George Lucas partendo da un fumetto targato Marvel, è stato sicuramente uno dei meno celebrati titoli – sia dal pubblico che dalla critica – del cinema made in USA indirizzato negli anni Ottanta agli spettatori più giovani.

Proprio per questo, allora, il film di Willard”Messia del diavolo”Huyck merita di essere riscoperto su supporto digitale; rivelandosi, tra l’altro, piuttosto avanti coi tempi, se teniamo in considerazione il bizzarro mix che, accanto al papero parlante protagonista, pone spaventosi mostri e perfino più o meno evidenti allusioni sessuali.

In ogni caso, per rivivere le atmosfere di quel colorato decennio che, con tanta ingenuità ma altrettanta magia, riusciva nell’impresa d’incantare lo spettatore ricorrendo a stratagemmi ancora lontani dalle diavolerie digitali oggi alla base di un cinema che sembra basarsi più sull’estetica che sull’importanza dei contenuti.

Come accennavamo in apertura, proprio in questi giorni la Cecchi Gori ha riproposto la pellicola in versione restaurata e con l’alta definizione tipica dei supporti Blu Ray. La traccia video che troviamo in questa nuova versione Home Video è in risoluzione a 1080P con traccia audio in Dolby Digital pienamente in linea con gli standard dei supporti Blu Ray.

Purtroppo questa riedizione Home Video non possiede contenuti extra ed in serti speciali di particolare e rilevante importanza.