In attesa dell’uscita in Italia della pellicola “Il Grande Gatsby”, la Universal ci delizia con l’uscita in Blu Ray dell’omonimo film del 1974 terza, e per il momento ultima, trasposizione cinematografica del romanzo di Francis Scott Fitzgerald.

La pellicola del 1974 è diretta da Jack Clayton ed è interpretata da Robert Redford, Mia Farrow, Bruce Dern, Scott Wilson, Karen Black, Sam Waterston, Edward Herrmann, Lois Chiles, Howard Da Silva, Roberts Blossom, Elliott Sullivan, Kathryn Leigh Scott, Beth Porter, Paul Tamarin.

Ambientata negli anni ’20, ricostruiti con eleganza, è la storia infelice di Gatsby, ex gangster divenuto miliardario, che non riesce a dimenticare Daisy, la ragazza per cui è diventato ricco. Lei non lo ha aspettato e ha sposato un altro. Per starle vicino lui compra una gran villa a Long Island e dà feste memorabili.

Come dicevamo in apertura, il film è la terza trasposizione cinematografica del romanzo di Fitzgerald, dopo una versione muta del 1926 andata perduta e una seconda versione del 1949.

Tutte e tre le versioni sono state prodotte dalla Paramount Pictures. Il produttore Robert Evans aveva acquisito i diritti cinematografici del romanzo nel 1971 con l’intenzione di far interpretare il ruolo di Daisy all’allora moglie Ali MacGraw. Quando quest’ultima lo lasciò per Steve McQueen, furono interpellate per il ruolo di protagonista femminile Faye Dunaway, Candice Bergen, Katharine Ross, Lois Chiles e Mia Farrow. Alla fine il ruolo fu assegnato a quest’ultima nonostante il suo stato di gravidanza, che comunque fu dissimulato grazie all’abilità dei costumisti e alla prevalenza di riprese in primo piano. Il ruolo di Gatsby era stato offerto a Warren Beatty e a Jack Nicholson.

La sceneggiatura era stata affidata originariamente a Truman Capote, ma la produzione preferì adottare un secondo adattamento scritto da Francis Ford Coppola, molto fedele al testo originale ma anche molto didascalico.

La versione italiana del film è stata all’epoca leggermente accorciata con tagli, anche minuscoli, sparsi lungo tutta la durata. In alcuni casi sono stati tagliati anche singoli segmenti di dialogo. Questi tagli possono essere facilmente individuati nell’edizione in DVD, in quanto l’audio commuta automaticamente sull’originale inglese.

Fedele all’inverosimile è questo film, al libro di Fitzgerald, nel raccontare con disgusto l’apatia borghese attraverso lussi, vizi e vezzi di nobili arricchiti da avi con la puzza sotto il naso che incapaci, sarebbero stati, di (soprav)vivere alla miseria senza la nobiltà d’animo che mai hanno posseduto. Jack Clayton dirige una sceneggiatura perfetta, tratta dalla testa e dalla mano di un sempre grande Francis Ford Coppola che disegna accuratamente i tratti caratteristici dei personaggi dello scrittore americano. Colpiscono i modi irritanti, di superiorità illecita, di Tom Buchanan a cui si adegua precisamente l’interprete Bruce Dern, bravissimo quanto Sam Waterston che sembra inarrivabile nelle fattezze di Nick Carraway, l’amico piuttosto sincero di Jay Gatsby, quel Robert Redford magro e piccoletto, che pare sottomesso all’imponente figura di Tom e dello stesso Dern tanto da “scomparire” nelle scene divise con il collega.   Redford ha un’espressione che resta immutata rendendo univoche le sue emozioni che sembrano convogliare nell’oblio dell’infelicità latente che affolla la vita di Gatsby, dove il tutto sa del nulla che avvolge gli sfarzi eccessivi, ma non troppo, che campeggiano intorno alle esistenze, vuote e languide, dei tempi che anticiparono l’America sognante. Quell’alone misterioso che circonda Jay per la prima mezz’ora di film, si dissolve nel momento in cui si gira, per la prima volta, verso Nick e svanisce totalmente nell’incontro con la bellissima Daisy, arricchita da una splendida Mia Farrow che con il suo disarmante vuoto di passione e compassione riesce ad essere Daisy più di quanto lo stesso Fitzgerald abbia mai potuto pensare, contrastando nettamente con quella illusione disillusa, accentuata da Redford, che intacca quella speranza romantica che solo Nick nota ma che in realtà manca come manca l’irrequietezza con cui l’autore caratterizza il personaggio nel suo libro.   Nell’attesa ormai febbrile che ci separa dalla messa in sala del “moderno” rifacimento per mano di Baz Luhrmann, che già dai trailer promette meglio del trascurato film del 1974, ci affidiamo alle coincidenze, piccole ma curiose: mentre Daisy e Jay si baciano a bordo piscina, sullo sfondo della stessa campeggia lo zodiaco e quando la macchina da presa si avvicina ai volti, lascia solo un segno nell’inquadratura, quello dello scorpione che altro non è se non il segno zodiacale sotto il quale nasceva, nell’anno d’uscita di questo comunque buon film, Leo DiCaprio, colui che quasi sicuramente riscatterà Gatsby rendendolo davvero Grande.

Come dicevamo, la Universal ci delizia con questa edizione Blu Ray con traccia video in risoluzione a 1080P, le tracce audio presenti sono: Italiano Dolby Digital 1.0, Inglese Dolby TrueHD 5.1, Spagnolo Dolby Digital 1.0, Tedesco Dolby Digital 1.0, Giapponese Dolby Digital 1.0, Portoghese Dolby Digital 1.0 mentre i sottotitoli presenti sono: Danese, Finlandese, Giapponese, Inglese, Italiano, Norvegese, Portoghese, Spagnolo, Svedese, Tedesco. Purtroppo nel disco non risultano presenti contenuti extra ed inserti speciali di particolare e rilevante importanza.