Jumanji

Jumanji: The Next Level è un film di genere azione, avventura del 2019, diretto da Jake Kasdan ed interpretato da: Dwayne Johnson, Jack Black, Kevin Hart, Karen Gillan, Danny Glover, Danny De Vito, Nick Jonas, Madison Iseman, Awkwafina, Colin Hanks, Alex Wolff, Dania Ramirez, Rhys Darby.


Jumanji: The Next Level, il film diretto da Jake Kasdan, vede i protagonisti Dwayne Johnson, Jack Black, Kevin Hart e Karen Gillan tornare nell’imprevedibile mondo di Jumanji per portare in salvo Specer.

Determinato a rimettere in sesto il gioco, il ragazzo ha tenuto con sé alcuni pezzi di Jumanji, all’insaputa dei suoi amici. Mentre tenta di riparare il videogioco nel seminterrato di suo nonno, Spencer viene nuovamente risucchiato in Jumanji e quando Bethany, Fridge e Martha giungono sul posto, è ormai troppo tardi: il gioco è iniziato. I suoi amici si imbarcano in una nuova avventura per tentare di salvarlo, ma non saranno soli questa volta. Sentendo un gran frastuono proveniente dal seminterrato, il nonno di Spencer e il suo amico di Milo (Danny Glover) scendono a vedere cosa sta accadendo e vengono inconsapevolmente catapultati anche loro in Jumanji.

Quello che viene a formarsi è un gruppo mal assortito e i tre ragazzi dovranno fare i conti non solo con la scomparsa del loro amico, ma anche con un livello del gioco mai esplorato, fatto di zone impervie, e con i due pensionati finiti nel videogame.

Vista la formula vincente, era inevitabile che arrivasse un sequel del sequel: dal 25 dicembre è in sala Jumanji: The Next Level e, come dice il detto, squadra che vince non si cambia. Al massimo si mescolano un po’ le carte: alla regia c’è infatti di nuovo Jake Kasdan, Johnson, Gillan, Hart e Black sono sempre gli avatar del videogame, ma questa volta si aggiungono nuovi personaggi e soprattutto giocatori.

Sono passati pochi anni, ma i quattro ragazzi protagonisti loro malgrado delle vicende narrate nella precedente pellicola hanno cambiato decisamente le proprie vite: usciti dal college, hanno intrapreso strade diverse, ma un pomeriggio decidono di rivedersi.

L’inquietudine per l’incontro coi suoi amici da parte di Spencer, che vive ancora a casa con la mamma e il nonno, provoca la riapertura di una valigia che doveva rimanere chiusa…

Quello che vediamo con Jumanji – The Next Level è un tentativo di recuperare la magia del film precedente, capace di catturare il pubblico. Per farlo, si decide di andare sul sicuro, ricalcando molto da vicino la formula originale e inserendo qualche novità qua e là. Queste però sono per la maggior parte aggiunte minime, necessarie per smuovere il racconto, spesso in maniera piuttosto abbozzata.

Un esempio chiaro sono le nuove caratteristiche dei personaggi che già conosciamo. Gli eroi avranno abilità o debolezze aggiuntive, che però a conti fatti non avranno una vera influenza sul loro sviluppo, né sulla trama generale. Quasi sempre saranno chiave in un’unica sequenza, senza impatto sul film nel suo complesso, e in alcuni casi anche in maniera decisamente forzata.

Conferme anche nel reparto autoriale con Jake Kasdan alla regia e lo script, insieme a Jeff Pinkner e Scott Rosenberg, per una storia che riprende sulla falsariga del precedente, proprio come un ulteriore livello del medesimo gioco. Jumanji: The Next Level è infatti il classico more of the same e assicura avventura, ritmo e divertimento quanto il suo predecessore. L’unico vero limite è proprio nella sensazione di già visto: una volta superato e assimilato l’intelligente passaggio da gioco da tavolo e videogame che aveva rinnovato il franchise due anni fa, resta un film piacevole e divertente che intrattiene con gusto e vivacità, inventiva di situazioni e battute, ma senza quell’originalità nello spunto di partenza.

Ora che sappiamo che il gioco ha una sua volontà e cambia a ogni partita, è facile intuire che arriveranno presto altri film e che Jumanji è ormai di fatto un franchise. Il rischio è quello di continuare a ripetersi, ma chissà che nuovi giocatori e personaggi non possano rinvigorire il nuovo fenomeno di Sony. Una cosa è certa: se amate l’avventura Jumanji vi farà tornare bambini. Ultima raccomandazione, non uscite subito dalla sala!