La ruota delle meraviglie - Wonder Wheel

La ruota delle meraviglie – Wonder Wheel (Wonder Wheel) è un film del 2017 scritto e diretto da Woody Allen ed interpretato da: Jim Belushi, Juno Temple, Justin Timberlake, Kate Winslet, Max Casella, Jack Gore, David Krumholtz, Tony Sirico, Steve Schirripa, Debi Mazar, Geneva Carr, Robert C. Kirk, Tommy Nohilly.


Anni cinquanta, Coney Island. Ginny è una ex attrice sulla quarantina che lavora come cameriera presso un modesto ristorante di pesce, situato in un grande parco giochi vicino alla costa dominato dalla ruota panoramica detta appunto “wonder wheel”.

Ha un rapporto difficile sia con il marito Humpty, che diventa violento quando beve, sia con il figlio avuto dal primo matrimonio, dedito alla piromania. Inoltre è frustrata da una vita priva di prospettive e dal ricordo del fallimento del primo matrimonio, di cui si sente colpevole, e del cui marito, attore e batterista, ha perso le tracce. Si invaghisce di Mickey, bagnino più giovane di lei, con aspirazioni da commediografo. La loro relazione, all’inizio appagante, viene disturbata dalla figlia di Humpty, Carolina, che Mickey conosce casualmente: orfana di madre, la giovane ribelle è in fuga da un matrimonio fallito con un gangster, la quale, conoscendo molti segreti compromettenti del marito, per poter sfuggire ai suoi scagnozzi, decide di nascondersi dal padre, che l’aveva ripudiata da anni. Inizialmente Humpty è furioso di riaverla a casa, ma in seguito si riconcilia con lei e comincia a “viziarla”, anche a discapito di attenzioni per la moglie e il figliastro.

Dopo aver ricevuto la visita di due uomini del boss, il padre scongiura inizialmente il pericolo. Ginny è furiosa per la presenza di Carolina perché, dopo aver saputo, dalla stessa Carolina ignara, dell’attrazione che Mickey prova nei confronti della ragazza, è diventata estremamente gelosa. Mickey, in preda ai rimorsi, decide di rompere con Ginny, ma senza dirle tutta la verità, proprio quando lei gli regala un prezioso orologio comprato per il suo compleanno, rubando i risparmi di Humpty. Ginny delusa riprende a bere e trascina di nuovo anche Humpty. Quindi Mickey invita a cena Carolina in una pizzeria, la quale entusiasta annuncia la notizia anche in famiglia. Ginny, che inizialmente vuole inseguirla per coglierla sul fatto, nota per strada la presenza degli stessi due tipacci, che hanno stanato Carolina e sanno dove andrà a cena. Allarmata, fa una corsa al telefono più vicino per avvertire la pizzeria: ma proprio mentre chiama recede dal suo tentativo di denunciare il pericolo e di fatto consegna la figliastra ai suoi aguzzini.

Dopo la cena con Mickey, dove lui le ha confessato tutto, dandole tempo per riflettere, Carolina si allontana da sola mentre i due sicari la inseguono. Il giorno dopo di lei si perderà ogni traccia. Il giorno dopo ancora Mickey rivela a Ginny di avere mangiato la foglia, fornendole prove schiaccianti per altro piuttosto facili da individuare (come la testimonianza del ristoratore che aveva preso la telefonata) e va a trovarla a casa trovandola sola e in stato di ubriachezza con indosso un suo vecchio vestito di scena. Mickey prima di lasciarla per sempre la accusa apertamente, mentre lei si perde in citazioni teatrali, senza confessare ma neanche negare le accuse. Intanto Humpty, tornato a casa, disperato per le vane ricerche della figlia, e consapevole della tragica fine a cui rischiava di andare incontro, chiede a Ginny di ricominciare da capo.

Woody Allen aveva già citato il Luna Park di Coney Island in una battuta di Io e Annie quando faceva dire al suo personaggio (Alvy Singer) di aver abitato sotto le montagne russe di quel parco di divertimenti.

Questa volta vi si installa direttamente facendosi dominare da quella Wonder Wheel che diventa simbolicamente la ruota delle vite dei suoi protagonisti. Dopo il raffinato e malinconico tuffo nella Hollywood degli studios di Café Society Woody si immerge nel dramma di piccole vite di uomini e donne che cercano di strappare alla quotidianità qualche momento di luce. Che sia quella di una battuta di pesca per Humpty, di una relazione da consumare sotto dei tramezzi di legno tra letteratura e teatro per Ginny o come possibilità di fuga e sopravvivenza a una scelta sbagliata per Carolina.

Una luce che Vittorio Storaro, alla sua seconda collaborazione con Allen, preleva dalla natura e trasferisce sui personaggi offrendo a Ginny le tinte rosseggianti del tramonto e a Carolina quelle del momento di passaggio verso la notte. Grazie poi al cromatismo delle diverse attrazioni del Luna Park, in più di un’occasione l'”autore della fotografia” accompagna i mutamenti del sentire con quella che lui chiama ‘fisiologia del colore’. Ed è proprio grazie anche a queste scelte cromatiche che Allen chiarisce, per chi vuole intendere ovviamente, l’assunto di questa sua nuova opera che peraltro aveva già fatto dichiarare a Mickey. Stiamo assistendo a un film la cui sceneggiatura si è venuta sviluppando seguendo i canoni narrativi di un aspirante scrittore imbevuto della letteratura degli Anni Cinquanta.

Scheda Tecnica Edizione Blu Ray

Produttore Lucky Red
Distributore Warner Home Video
Anno pubblicazione 2018
Area 2 – Europa/Giappone
Codifica PAL
Formato video 2,00:1 Anamorfico 1080p
Formato audio 5.1 DTS HD: Italiano Inglese
Sottotitoli Italiano Italiano NU
Tipo confezione Amaray
Numero dischi 1
Extra • Trailer
• Making of

Scheda Tecnica Edizione DVD

Produttore Lucky Red
Distributore Warner Home Video
Anno pubblicazione 2018
Area 2 – Europa/Giappone
Codifica PAL
Formato video 2,00:1 Anamorfico
Formato audio 5.1 Dolby Digital: Italiano Inglese
Sottotitoli Italiano Italiano NU
Tipo confezione Amaray
Numero dischi 1
Extra • Trailer
• Making of

Scheda Film