La truffa dei Logan

La truffa dei Logan (Logan Lucky) è un film del 2017 diretto da Steven Soderbergh ed interpretato da: Channing Tatum, Adam Driver, Riley Keough, Katie Holmes, Hilary Swank, Daniel Craig, Sebastian Stan, Katherine Waterston, Seth MacFarlane, David Denman, Jim O’Heir, Macon Blair.


Jimmy Logan viene licenziato dal suo lavoro di operaio presso la Charlotte Motor Speedway e nello stesso giorno scopre che sua ex moglie Bobbie Jo si trasferirà a Lynchburg, rendendo ancora più difficile la possibilità di vedere sua figlia Sadie.

Jimmy parlando con suo fratello Clyde, un veterano che ha perso la mano nella guerra in Iraq, gli rivela il suo piano per rapinare la Speedway, sfruttando la sua conoscenza del loro sistema di tubi pneumatici per lo spostamento di denaro.

Clyde accetta di partecipare e reclutano la loro sorella Mellie, un rapinatore incarcerato di nome Joe Bang e i suoi fratelli Sam e Fish. Hanno in programma di far evadere e riportare Joe in prigione dopo la riuscita della rapina, prima che qualcuno se ne accorga. Clyde viene quindi intenzionalmente messo in prigione con un’accusa minore. Più tardi, Jimmy viene a sapere che i lavori di costruzione della superstrada sono stati completati in anticipo, costringendoli a riprogrammare la rapina di una settimana prima, durante la corsa più impegnativa della Coca-Cola 600, nel weekend del Memorial Day.

Joe e Clyde inscenano con i detenuti del carcere una rivolta e nella confusione fuggono, nascondendosi sotto un camion di consegna. Intanto Joe improvvisa un esplosivo che fa detonare il sistema di tubi pneumatici, consentendo al resto della banda di iniziare a raccogliere tutti i soldi chiusi nel caveau. Il lavoro è un successo, e Jimmy arriva in tempo al concerto di sua figlia per ascoltarla mentre esegue la sua canzone preferita, “Take Me Home, Country Roads”. Poco dopo Jimmy abbandona i soldi rubati in un furgone e avvisa in modo anonimo la polizia, in modo che possano recuperarli.

Il giorno dopo l’agente dell’FBI Sarah Grayson indaga sulla rapina. A causa della riluttanza delle autorità carcerarie a rivelare l’entità della rivolta, gli alibi solidi della banda (Jimmy al concerto della figlia, Clyde e Joe in prigione), il caso viene chiuso dopo sei mesi e la Charlotte Motor Speedway vuole oscurare la faccenda. Poco tempo dopo Joe, convinto che Jimmy abbia restituito tutta la refurtiva, viene rilasciato dalla prigione e torna nella sua vecchia casa per trovare un sacco di soldi del furto sepolto nel suo cortile. Viene quindi rivelato che durante la rapina, Jimmy divise volutamente diversi sacchi di denaro, alcuni li mise nel furgone per far credere alle autorità di aver restituito il malloppo e altri e li mandò alla discarica locale con la normale spazzatura, per recuperarli successivamente. Dopo aver comprato una protesi bionica al fratello, acquistato una casa vicino a casa della figlia e dell’ex moglie ed essersi riunito felicemente con la sua famiglia, Jimmy e il resto della banda si ritrovano al bar di Clyde, dove brindano alla vittoria, contemporaneamente Clyde sembra far amicizia con una donna, che si rivela essere l’agente Grayson.

Regista della squadra offensiva, Jimmy recluta col fratello, la sorella Mellie, impiegata in un negozio di parrucchiere, e Joe Bang, il miglior scassinatore del Paese detenuto nel carcere locale. Concessa creativamente l’ora d’aria a Joe Bang, l’obiettivo è rubare l’incasso di una prestigiosa gara NASCAR.

Dopo un impossibile addio al cinema (quattro anni fa) e una riconversione ragguardevole alla serie (The Knick), Steven Soderbergh ritorna (alla) grande in sala. Affondato nell’America repubblicana, dove una folle quasi esclusivamente bianca si leva intonando “America the Beautiful” prima di una corsa automobilistica, le ragazzine sognano di diventare reginette di bellezza e la copertura medica lascia a desiderare, La truffa dei Logan segna la fine della sua assenza e guadagna al suo cinema l’oscillazione emozionale e politica. Ma cominciamo dal piacere. Dalla ballata di apertura alla ‘bicchierata’ finale, c’è un entusiasmo comunicativo che attraversa La truffa dei Logan.

L’entusiasmo di filmare, di raccontare, di avere scelto quegli attori, di commettere l’ennesima rapina. Benché sia terreno di conquista, Soderbergh non (si) ripete mai. Perché il furto faraonico, condotto senza tempi morti, racconta un’altra cosa: il quotidiano di un’America profonda che può contare ormai solo su stessa per uscire dal ristagno economico e sociale. Interrogandosi sottilmente sulla linea che separa la stupidità dalla genialità, Soderbergh adotta con affetto franco due fratelli spezzati dalla vita.

Scheda Tecnica Edizione Blu Ray

Produttore Lucky Red
Distributore Warner Home Video
Anno pubblicazione 2018
Area 2 – Europa/Giappone
Codifica PAL
Formato video 2,35:1 Anamorfico 1080p
Formato audio 5.1 DTS HD: Italiano Inglese
Sottotitoli Italiano Italiano NU
Tipo confezione Amaray
Numero dischi 1
Extra Intervista al regista
Intervista ai protagonisti
Scene tagliate
Trailer

Scheda Tecnica Edizione DVD

Produttore Lucky Red
Distributore Warner Home Video
Anno pubblicazione 2018
Area 2 – Europa/Giappone
Codifica PAL
Formato video 2,35:1 Anamorfico
Formato audio 5.1 Dolby Digital: Italiano Inglese
Sottotitoli Italiano Italiano NU
Tipo confezione Amaray
Numero dischi 1
Extra Intervista al regista
Intervista ai protagonisti
Scene tagliate
Trailer

Scheda Film