Ted

Ted 2 è un film del 2015 co-scritto co-prodotto e diretto da Seth MacFarlane ed interpretato da Mark Wahlberg, Amanda Seyfried, Seth MacFarlane, Liam Neeson, Morgan Freeman, Patrick Warburton, Dennis Haysbert, Lexi Atkins, Michael Dorn, Martin Klebba, Jessica Barth, Sam J. Jones, Nana Visitor, Bill Smitrovich, Ron Canada, Maggie Geha, Vanessa Vander Pluym, Cocoa Brown.


Ted si è sposato con Tami-Lynn, la sua fidanzata; tuttavia, il suo migliore amico John è afflitto a causa del divorzio con Lori. Trascorso un anno il rapporto tra i due coniugi diventa sempre più difficile. Ted e Tami-Lynn decidono di avere un figlio per tentare di rafforzare la loro relazione e dal momento che Ted, che è di peluche, è incapace di funzioni riproduttive, chiede aiuto a John aiuto e allo stesso tempo cerca di incoraggiarlo a cercare una nuova compagna, ma John è riluttante. Purtroppo Tami-Lynn è sterile per colpa delle droghe assunte, così la coppia opta per l’adozione: l’assistente sociale tuttavia riferisce che Ted, essendo un orsacchiotto, è classificato agli occhi dello Stato non come una persona bensì come un bene. Questo provoca un’indagine federale che causa l’invalidità del matrimonio di Ted, la perdita del lavoro e il blocco del conto in banca.

John suggerisce di affidare la situazione al tribunale e, dal momento che non possono permettersi un avvocato, il loro caso viene assegnato a una ragazza, Samantha Leslie Jackson, avvocato inesperto ma con una cultura notevole. In un primo momento sono diffidenti, ma cambiano rapidamente il loro parere quando scoprono che condivide il loro amore per la marijuana. Nel frattempo Donny è in libertà vigilata e lavora ora come operatore alle pulizie nella sede della Hasbro Toy Company. Donny convince il CEO dell’azienda di assumere un avvocato esperto per far perdere la causa a Ted, al fine di catturarlo e scoprire il segreto su come creare altri orsacchiotti viventi.

Dopo un lungo dibattito, la corte si pronuncia contro Ted. Samantha, Ted e John sono disperati e decidono di rivolgersi a Patrick Meighan, un avvocato dei diritti civili, nella speranza di rovesciare la decisione della corte. Intraprendono un viaggio per New York per incontrarsi con lui, ma a causa della guida di Ted l’auto sbanda e finisce fuori strada nel mezzo di un bosco. Seduti intorno a un falò, Samantha e John capiscono di essere attratti l’uno dall’altra.

La mattina dopo a New York, Meighan rifiuta il caso poiché ritiene che Ted non abbia contribuito in modo significativo all’umanità a causa del suo stile di vita. Ted, frustrato e geloso del rapporto creatosi tra John e Samantha, se ne va. Entrando in un Comic-Con non si accorge che Donny lo segue. Una volta in trappola, Ted riesce a scappare, ruba un telefono e contatta John che accorre in suo aiuto, ma Ted viene catturato da Donny. John e Samantha arrivano sul posto alla ricerca di Ted, arrivando giusto in tempo prima che Donny possa sezionare Ted. I due lo liberano, ma Donny taglia i cavi che reggono una finta astronave di considerevoli dimensioni e John getta Ted lontano per evitare che venga schiacciato, cosa che invece succede a John stesso. Donny è di nuovo in arresto, stavolta all’ergastolo, per tentato omicidio premeditato.

Nonostante Ted abbia evitato l’astronave, John cade in coma per il colpo che ha preso: dopo una notte all’ospedale il dottore afferma che John è morto. In realtà è uno scherzo di John come “rivincita” per lo scherzo di Ted che si finse ritardato dopo essersi rotto. Subito dopo il quartetto riceve una visita dell’avvocato Meighan il quale, saputa la notizia sull’incidente finita in TV, decide di accettare il caso di Ted: il verdetto della giuria viene cambiato e Ted è riconosciuto a tutti gli effetti come una persona, mentre John e Samantha si fidanzano.

Qualche tempo dopo i quattro festeggiano l’adozione di Ted e Tami-Lynn di un bambino, e John e Samantha gli regalano un orsetto, augurandogli che prenda vita come Ted.

Al secondo capitolo della storia di Ted, l’orsacchiotto di peluche che prende vita per rimanere sempre insieme al suo proprietario, crescendo con lui e diventandone il migliore amico, l’asse del film muta. Non è più John il protagonista ma Ted e la sua grottesca lotta per essere riconosciuto come umano. Il pretesto della grande corsa che dopo il primo quarto di film impegna i tre protagonisti (oltre ai due amici c’è anche il più classico dei personaggi aggiunti, ovvero l’avvocato appassionato d’erba di Amanda Seyfried) è dunque la scoperta di cosa renda umano gli umani e quindi anche Ted. L’esito sarà abbastanza banale ma condito, come il resto del film, di un umorismo dai tempi e dalle trovate folgoranti.

Seth MacFarlane ha il merito di scrivere, dirigere e interpretare (c’è lui dietro al performance capture e al doppiaggio dell’orsacchiotto) le gag più note come se fossero nuove, rinfrescando sia la tradizione più ovvia del cinema comico, le gag fisiche e di montaggio, che quella più moderna da lui affinata, fondata sul gioco con la cultura pop e le celebrità (alcune delle quali fanno qui dei cammei abbastanza stiracchiati) e sui bersagli più spinosi (in una scena molto efficace i due amici sfidano dei comici a far ridere su Charlie Hebdo, l’11 Settembre o Bill Cosby, di fatto facendo loro stessi della comicità sull’intoccabilità di simili tematiche).

Privo della forza sentimentale e metaforica del primo film, a Ted 2 non interessa portare ancora avanti il discorso sugli adulti rimasti ragazzini portandosi effettivamente dietro l’amico immaginario cresciuto assieme a loro, ma preferisce virare sul terreno del surreale puro, cercando le sole risate e la rappresentazione dello spettatore contemporaneo. Non c’è infatti dubbio sul fatto che sia il primo che il secondo Ted siano le opere moderne che meglio mostrano, criticano e raccontano spirito, idiozia e sogni del target ad oggi prediletto dagli studios hollywoodiani. Pronti a masturbare un eroe del football (“Non so se sono all’altezza! Lui merita il meglio!”) come a fermarsi durante una furiosa ricerca per ascoltare l’annuncio di chi sarà il prossimo attore ad interpretare Superman (“Jonah Hill!” – “Dannazione!”) e infastiditi nel dover correggere ogni volta chi non distingue Guerre stellari da Star trek o non ha visto Rocky III, John e Ted sono l’evoluzione dei Clerks di Kevin Smith. Mentre gli impiegati in bianco e nero negli anni ’90 annunciavano il punto di riferimento futuro per il cinema americano di fatto raccontando la realtà, i due amici fattoni di Seth MacFarlane santificano quel tipo di cultura e di atteggiamento verso la vita in un tripudio demenziale, una parodia della realtà che mette la lente d’ingrandimento su alcune sue caratteristiche. Privi della vitalità che una volta si sarebbe associata ad una simile canonizzazione (non muoiono appresso alle donne nè hanno pulsioni fisiche forsennate) i due uomini medi di Ted 2 mettono in scena non solo il proprio uditorio ma soprattutto il simulacro del pubblico che l’industria moderna ha in testa, quello che alla fine raggiungono e a cui si uniscono nel Comic-Con.

Scheda Tecnica Edizione Blu Ray

Produttore Universal
Distributore Universal
Anno pubblicazione 2015
Area 2 – Europa/Giappone
Codifica PAL
Formato video 2,40:1 Anamorfico 1080p
Formato audio 5.1 DTS: Italiano Francese Tedesco Spagnolo 5.1 DTS HD: Inglese
Sottotitoli Inglese NU Italiano Francese Tedesco Spagnolo Danese Olandese Finladese Islandese Norvegese Portoghese Svedese Turco Arabo Hindi
Tipo confezione Amaray
Numero dischi 1
Extra In viaggio
La creazione del Comic-Con(TM)
Cameo
Un grandioso balletto d’apertura
Rimbombamici per la vita
Scene eliminate
Papere

Scheda Tecnica Edizione DVD

Produttore Universal
Distributore Universal
Anno pubblicazione 2015
Area 2 – Europa/Giappone
Codifica PAL
Formato video 2,40:1 Anamorfico
Formato audio 5.1 Dolby Digital: Italiano Inglese Francese Spagnolo
Sottotitoli Inglese NU Italiano Francese Spagnolo Danese Olandese Finlandese Islandese Norvegese Portoghese Svedese Arabo Hindi
Tipo confezione Amaray
Numero dischi 1
Extra Rimbombamici per la vita
Scene eliminate
Papere

Scheda Film