Una famiglia al tappeto

Una famiglia al tappeto (Fighting with My Family) è un film del 2019 scritto e diretto da Stephen Merchant ed è interpretato da: Dwayne Johnson, Lena Headey, Jack Lowden, Florence Pugh, Vince Vaughn, Nick Frost, Stephen Merchant, Paul Wight.


Nel 2002, a Norwich (Inghilterra), Zak Bevis, ragazzo di 10 anni, è assorbito dall’evento WWF (ora WWE) King of the Ring fino a quando la sorella minore Saraya cambia canale nel suo programma preferito, Charmed.

I fratelli lottano, spronati dai loro genitori Rick e Julia. Rick prenota i bambini per la loro prima esibizione di wrestling in cui Saraya, inizialmente riluttante a lottare con un ragazzo, continua a vincere come previsto.

A 18 anni, in competizione con il nome di “Cavaliere d’Inghilterra”, Saraya e suo fratello “Zak Zodiac” aiutano i loro genitori a formare i futuri lottatori mentre lavorano per la loro promozione. Rick e Julia, che stanno lottando finanziariamente, chiedono all’allenatore della WWE Hutch Morgan di firmare i fratelli. Alla fine accetta un provino prima di un album di SmackDown alla O2 Arena, e dice a Saraya di trovare un nome diverso dato che “hanno già un inglese”. I fratelli ricevono consigli da Dwayne Johnson e Saraya adotta il nome Paige dal suo personaggio preferito su Charmed.

I due provano con diversi altri lottatori e sono tutti sminuiti da Morgan. Alla fine, sceglie Paige per tutto il resto, nonostante il suo tentativo di far firmare anche Zak. Con l’incoraggiamento di suo fratello, Paige parte per l’America mentre Zak continua a lottare nel circuito indipendente britannico, assistendo la scuola di wrestling dei suoi genitori e curando la sua fidanzata e il figlio appena nato.

Arrivato alla NXT in Florida, Paige ha difficoltà ad adattarsi allo stile di intrattenimento della WWE – principalmente, l’assenza di competizione tra uomini e donne e l’inesperienza dei suoi colleghi tirocinanti Jeri-Lynn, Kirsten e Maddison. Paige lotta con i promoter in esecuzione e la continua svalutazione di Morgan. Morgan chiarisce a Zak che non sarà mai firmato per la WWE, e Zak cade in una depressione. Paige scopre che i suoi genitori stanno vendendo articoli di sua somiglianza senza il suo permesso e l’hanno prenotata in una partita contro Zak in programma per la sua pausa natalizia.

Ad un evento live della NXT e al suo debutto sul ring, Paige è sbalordito dalla folla e si blocca, lasciando l’anello in lacrime. Decide di sbiancare i suoi capelli biondi e spruzzare l’abbronzatura per assomigliare di più ai suoi compagni tirocinanti, che causano solo più attrito tra loro. Dopo aver fallito un percorso a ostacoli, Paige si scaglia contro i tirocinanti per aver spettegolato su di lei quando in realtà stavano discutendo di Kirsten, che è stata lontana da sua figlia per darle una vita migliore.

Morgan dice a Paige che il futuro di suo fratello nella WWE sarebbe stato solo un talento di miglioramento e la firma avrebbe rovinato la sua vita, sottintendendo che per lui è stato lo stesso. Morgan incoraggia Paige a lasciare e tornare alla sua famiglia per una vita più felice. Lei viaggia a casa per la pausa natalizia. Poco prima della partita contro suo fratello, Paige dice a Zak che sta lasciando la WWE. Arrabbiata dal fatto che lei sta rinunciando al sogno che non è riuscito a raggiungere se stesso, Zak va fuori sceneggiatura, sconfigge Paige e poi dice ai suoi genitori i suoi piani per smettere, devastando Ricky. Dopo che la famiglia ha trovato Zak in una rissa da bar ubriaco, Paige ammette che Morgan ha rifiutato di firmare Zak per proteggerlo e ha bisogno di concentrarsi su ciò che è importante nella vita; la sua famiglia e istruisce i bambini che lo guardano. Paige cambia idea dopo che Zak la rimprovera di aver rinunciato al loro sogno condiviso, e torna in Florida, riprendendo il suo colore dei capelli e il tono della pelle originali.

Migliora drasticamente l’allenamento, stringendo amicizia e incoraggiando i suoi colleghi tirocinanti. Zak torna ad allenare gli studenti dei suoi genitori. Morgan porta gli allievi a WrestleMania XXX, dove Paige viene prenotata in una suite con The Rock e apprende che farà il suo debutto a Raw la notte seguente contro la campionessa WWE Divas AJ Lee, come raccomandato da Morgan. Paige fa il suo debutto a Raw e si congela di nuovo, ma Lee inizia il match e mette inaspettatamente in palio il WWE Divas Championship. Con la sua famiglia che guarda in TV, Paige vince il match e il titolo, finalmente abbastanza comodo da dire un promo, “This is MY house!”.

Un epilogo spiega che Paige rimane il più giovane campione di Divas ed è stato uno dei primi leader nella rivoluzione femminile in corso, che uno dei tirocinanti di Zak, che era cieco, divenne un wrestler, e si diverte nella carriera cinematografica di The Rock e Rick vende parti della famiglia attività commerciale. I titoli di coda includono le riprese del documentario della famiglia del 2012 e la partita di debutto di Paige.

Dalla storia vera di Saraya-Jade Bevis, meglio nota agli appassionati come Paige, diventata a 21 anni la più giovane campionessa della WWE, una favola sportiva che elogia la working class inglese e la bellezza del wrestling.

Ancora più della boxe, il wrestling è uno sport perfetto per diventare metafora dello spettacolo. La finzione non è la sua regola, ma le sue regole sono prefissate e gestite liberamente da lottatori che sul ring si comportano sia da sportivi sia da veri e propri intrattenitori. Un film come Una famiglia al tappeto, con il suo miscuglio di verità e ricostruzione drammatica, di elegio della working class e favola hollywoodiana, è a suo modo uno spot pienamente riuscito per una pratica spesso considerata troppo violenta o fasulla, ma come tutte le discipline sportive capace di diventare palestra di vita.

La storia di Saraya-Jade Bevis, prodotta dalla stessa WWE e realizzata con un budget non proprio da film di serie B, come in passato è invece toccato ad altri film sul wrestling (Lo spezzaossa, Pronti alla rissa), ha fornito al produttore e regista Stephen Merchant e alla star Dwayne “The Rock” Johnson (ex lottatore diventato attore, che nel film compare nella parte di sé stesso) la struttura ideale per un’operazione promozionale che ripropone i luoghi comuni del cinema sportivo come forme prefissate, alla maniera delle regole del wrestling: il senso del sacrificio della protagonista, l’importanza delle origini umili e della famiglia, la rivalità con un compagno di ring (in questo caso il fratello Zak), la realizzazione del sogno, la paura prima del traguardo, il trionfo finale.

L’abilità degli autori sta soprattutto nel mondo in cui, a partire dalla vera famiglia Bevis, sono stati in grado di costruire una galleria di personaggi fieramente popolari: il padre omaccione dal cuore d’oro, la madre vamp, il fratello lottatore fallito ma educatore straordinario, una protagonista (interpretata da Florence Pugh) che fa della sua anima da freak inglese il segreto del suo stile.

E se all’inizio del film, alla domanda su cosa il wrestling rappresenti per lei, Paige risponde che «il wrestling è una fuga dal mondo reale», fa perfettamente parte della sua parabola di sacrificio e conquista che, durante il discorso finale di fronte al pubblico della WWE, la lottatrice dilettante e appassionata di Streghe (da cui viene il nome Paige, rubato al personaggio di Rose Mcgowan) dica all’opposto che la sua casa è il ring e che il wrestling è il mondo che le appartiene.

La morale è ovvia, così come l’andamento del racconto, ma per qualche strana ragione che rende il cinema sportivo a volte più tollerabile di qualsiasi altra storia edulcorata, Una famiglia al tappeto possiede una freschezza di tono che rende piacevolmente prevedibile il destino di Paige e la sua famiglia di fieri disgraziati un mondo ideale e felice a modo suo.

Scheda Tecnica Edizione DVD

ProduttoreEagle Pictures
DistributoreEagle Pictures
Anno pubblicazione2019
Area2 – Europa/Giappone
CodificaPAL
Formato video2,40:1 Anamorfico
Formato audio 5.1 Dolby Digital: Italiano Inglese
SottotitoliItaliano Italiano NU
Tipo confezioneAmaray
Numero dischi1
ExtraTrailer

Scheda Film