A oltre 25 anni dal debutto del lungometraggio, arriva l’invenzione profetizzata dal visionario Zemeckis.


Con ogni probabilità, tutti ricordano la scena di Ritorno al futuro parte 2 nella quale Marty McFly, magistralmente interpretato Micheal J. Fox, si ritrova nella Hill Valley del futuro per salvare il destino del proprio figlio. Il regista Robert Zemeckis, in quel del 1989, si era immaginato un anno 2015 fatto di auto levitazione e vestiti con sistema di asciugatura automatica. Come dimenticare, poi, l’inseguimento a bordo degli hooverboard, ipotetica futura evoluzione dello skate board, anch’essa dotata di sistema al levitazione. Ora che l’anno 2015 è finalmente arrivato, verrebbe da pensare che la fantasia del regista abbia corso un po’ troppo, dal momento che l’attuale tecnologia non è ancora giunta a tali livelli.

Eppure, contro ogni previsione, Lexus ha smentito tutti, dando parzialmente ragione all’opera visionaria di Zemeckis. In data 24 giugno 2015, il colosso nipponico ha presentato, infatti, il primo prototipo di hooverboard realmente funzionante.

Lexus Hoverboard opera utilizzando un sistema a levitazione magnetica per raggiungere una sorprendente libertà di movimento senza attrito. Superconduttori raffreddati con azoto liquido e magneti permanenti si combinano per consentire a Lexus di creare l’impossibile. Avvolto in un design racchiude le tipiche e uniche idee di Lexus, Hoverboard presenta una forma assolutamente ergonomica che usa materiali già reperibili nelle lussuose auto della casa, che vanno dall’hi-tec fino al bambù naturale.

Di seguito, troverete un video esplicativo della rivoluzionaria invenzione che non necessita di ulteriori commenti.