Rominetak Q-Box

Quest’oggi vi parleremo del Rominetak Q-Box, ma prima di farlo forse è il caso di fare una piccola premessa.


Con questo articolo inauguriamo una nuova rubrica che presenterà, di volta in volta, gli Android TV Box che tanto stanno piacendo ed attirando l’attenzione del pubblico.

Ma perché dedicarsi a questo comparto hardware? Perché noi di Cinemaedintorni siamo sempre molto attenti alle richieste e necessità dei nostri lettori e dato che questi box permettono di trasformare una qualsiasi tv in una Smart TV dalle prestazioni più che ragguardevoli, abbiamo deciso di dare spazio a questo nuovo comparto tecnologico che sta rivoluzionando il modo di vedere film e telefilm tra le mura domestiche.

Vediamo in dettaglio cosa offrono questi box. Cominciamo col dire che tutti, indipendentemente dalla marca e dal modello, tutti montano Android TV, una piattaforma per Smart TV sviluppata e prodotta da Google. Questa piattaforma, grazie al sistema operativo Android, permette di sovrapporre un’interfaccia utente interattiva alla normale programmazione televisiva e, dato che parliamo di android, è ovvio che al sistema è possibile aggiungere addons e plugin vari che vanno a potenziare ulteriormente le potenzialità di questi scatolotti che, a tutti gli effetti, sono dei mini pc che vanno ad integrarsi con le nostre tv, dandoci la possibilità di vedere sulla tv di casa film in streaming, Netflix, IPTV, VVVVID, Youtube, Permette di registrare le trasmissioni in formati digitali su hd esterni e molto altro ancora.

   

Come dicevamo in apertura, quest’oggi vi parleremo del Rominetak Q-Box, un Tv Box di fascia media dalle prestazioni più che discrete. Il TV Box in questione ha le seguenti specifiche hardware:

Specifiche prodotto:
Marca Rominetak
Modello Q-BOX
Peso articolo 458 g
Dimensioni prodotto 21,5 x 13,8 x 5,5 cm
Sistema operativo Android
Ram 2 GB di RAM
Rom 16 GB
Processore Quad-Core
Formati Audio Supportati MP3/WMA/AAC/WAV/OGG/AC3/DDP/TrueHD/DTS/DTS/HD/FLAC/APE
Formati Video Supportati Avi/Rm/Rmvb/Ts/Vob/Mkv/Mov/ISO/wmv/asf/flv/dat/mpg/mpeg
Formati Immagini Supportati

HD JPEG/BMP/GIF/PNG/TIFF

Formati Audio Supportati MP3/WMA/AAC/WAV/OGG/AC3/DDP/TrueHD/DTS/DTS/HD/FLAC/APE
Formati Decoder Supportati HD MPEG1/2/4,H.265,4K-HD, HD AVC/VC-1,RM/RMVB,Xvid/DivX3/4/5/6, RealVideo8/9/10
Sistema Operativo Android 5.1 Lollipop

Come si evince da questa corposa scheda tecnica, il Box ha delle prestazioni notevoli che che permettono, a qualsiasi tv, d’avere un grado d’obsolescenza molto contenuto (quasi nullo) nel tempo. Ovviamente per trasformare una qualsaisi tv in una Smart TV è necessaria una connessione internet adeguata (ALMENO 7 mega). Vediamo più in dettaglio i tipi di connessione disponivili sul dispositivo:

Connections: Wifi / Ethernet
Card Reade TF card
Video out port Supporta tutti gli standard HD, 4k2k Ultra HD decodifiica e registra
LAN Ethernet 10/100M/1000M LAN
HDMI HDMI 2.0 up to 4k2k H.264. H.265 Video Decode and 4k2k Output
USB host 2 High speed USB 2.0, support U DISK and USB HDD

Risulta più che evidente che il Q-Box supporta tutti gli standard video esistenti sia in lettura che in scrittura e, grazie alla possibilità dei continui aggiornamenti di sistema operativo e dei vari addons, abbiamo la certezza che il sistema resterà sempre aggiornato ai nuovi codec.

Anche le possibilità di collegamento sono abbastanza numerose e flessibili, infatti, guardando il box è possibile trovare:

Porte
2 x Standard USB 2.0
1 x DC in Jack
1 x HDMI 2.0 output
1 x RJ45
1 x TF card slot
1 x AV Port
1 x Optical
Power Adapter: 5V 2A

Contenuto Confezione
1 xQ BOX
1 x Telecomando (le batterie non sono incluse)
1 x Cavo di alimentazione
1 x Cavo HDMI
1 x Manuale Utente

Accennavamo al fatto che questo box (ma il discorso è valido per qualsiasi altro modello e per qualsiasi altra marca di questa particolare tipologia di prodotti), sia un mini pc e, in effetti, un sistema operativo c’è, i programmi (rapprensentati dai vari addons) ci sono e vanno ad integrare la dotazione del Q-Box, mancherebero tastiera e mouse. Abbiamo usato il condizionale perchè in realtà questi non mancano, indatti, i produttori stessi, accortisi delle potenzialità dello scatolotto, hanno provveduto a realizzare modelli appsiti che, collegati tramite il wifi per evitare le limitazioni di un collegamento via cavo, ne aumentano la velocità della navigazione nei vari menù.

La possibilità di un collegamento LAN (o via wifi) ci permette di creare anche una mini rete domestica, il che significa che se sul pc di casa (na anche su di un NAS) disponiamo di film in formato Divx, indipendentemente dal codec che utilizzano saranno prima indicizzati e poi resi disponibili senza che vengano materialmente spostati da dove si trovano.

Ora vediamo un po’ più da vicino la dotazione software del Q-Box. L’apparecchio arriverà con già preinstallate tutta una serie di applicazioni, tra le quali molte pensate per lo streaming come Netflix o kodi.

Al primo avvio potrebbe risultare il sistema potrebbe risultare in lingua inglese, per portarlo in lingua italiana basta spostarsi sulle impostazioni del sistema e selezionare la nostra lingua. Stessa cosa dicasi per Kodi.

Usando kodi, dopo averlo impostato correttamente, guardare senza nessun problema tutti i canali delle tv italiane e straniere in streaming e, con i giusti addons ed aggiungendo un HD esterno collegato alla porta USB, si può trasformare il Q-Box in un PVR di ultima generazione.

Il Q-Box ha già preinstallato un lettore di file video, un lettore di file audio, un lettore di immagini, un file manager, un Browser e l’immancabile appstore. Sia il sistema operativo che Kodi, proprio grazie ai rispettivi appstore, sono altamente personalizzabili, quindi ciò che troviamo preinstallato, se non dovesse andarvi bene, potrà essere facilmente rimpiazzato da software realizzato da terze parti che, sicuramente, saranno altrettanto validi se non ancora più performanti.

Volendo trovare un difetto a questo modello, possiamo dire che l’antenna integrata, se da un lato per fini estetici è pratica, dall’altro lato ci riduce considerevolemente il raggio d’azione del wifi. Problema compensato ampiamente dalla presenza di una porta lan che ci permette di ripiegare alla classica connessione via cavo che, comunque, resta sempre preferibile a quella wifi.

Tornando all’interfaccia propietaria, come si evince anche dalle immagini che trovate in calce a questo articolo, risulta molto semplice ed intuitiva, troviamo varie piastrelle (in pieno stile windows phone), che permettono all’utente di usufruire del tv box in maniera ottimale.

Il bluetooth integrato di tipo 4.0 invece si è dimostrato efficace in ogni situazione, immediato l’aggangio e il raggio di azione (come per il wifi non chiedergli troppo in termini di distanze e ostacoli nel mezzo), di telecomando e tastiare. In entrambi i casi il raggio d’azione non supera i 5 metri lineari, ma c’è da dire che difficilmente si supera una tale distanza in un qualsiasi salotto di casa.

   

Durante i nostri test, il supporto al miracast è stato sempre fluido e veloce, pienamente in linea con le aspettative dell’utente, così come la parte del dnla.

Mentre, per l’air play, non avendo prodotti apple in questo momento a nostra disposizione, non siamo in grado né di testarlo né di rilasciare opinioni ma, viste le altre prestazioni, non dubitiamo che anche in questo aspetto, il Q-Box dia il massimo.

Vista la natura di questo Android TV Box e le sue innumerevoli potenzialità, consigliamo vivamente di affiancare alla dotazione standard, anche una tastiera Bluetooth che, sicuramente, innalzerà l’esperienza video e video ludica, si avete letto bene abbiamo detto video ludica, infatti, come qualsiasi altro dispositivo android, anche in questo Andorid TV Box è possibile scaricare dei giochi dall’appstore e, ovviamente, l’uso di una tastiera li rende più facili da giocare.

Vogliamo concludere questa nostra recensione aprendovi gli occhi, infatti, se siete realmente interessati all’acquisto del Box in questione, prestate particolare attenzione alla confezione, questo perchè in commercio esistono dei cloni praticamente identici nell’aspetto, ma profondamente diversi (in peggio) nelle prestazioni. Il che siginifica che rischiereste di comprare (allo stesso prezzo) uno scatolotto bello si a vedersi ma praticamente inutilizzabile. Ci prendiamo la libertà di consigliarvi un negoziante Amazon (e già questo è sinonimo di qualità) che vi potrà dare il box originale e, dato che ci troviamo, vi proponiamo anche due tastire Bluetooth, la prima consigliata dal costruttore del box, la seconda consigliata da noi per tutti quelli che amano le tastiere comode e performanti. Troverete i link a questi prodotti all’interno di questo articolo.

Stay Tuned!!!

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”528″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_thumbnails” override_thumbnail_settings=”0″ thumbnail_width=”100″ thumbnail_height=”75″ thumbnail_crop=”1″ images_per_page=”20″ number_of_columns=”0″ ajax_pagination=”0″ show_all_in_lightbox=”0″ use_imagebrowser_effect=”0″ show_slideshow_link=”1″ slideshow_link_text=”[Show as slideshow]” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]