Demolition Man

Sylvester Stallone ne sa qualcosa sul risorgere dei suoi franchise da lungo tempo dormienti e più popolari, dopo aver riportato Rocky Balboa e John Rambo sul grande schermo negli ultimi anni, ora è nelle prime fasi della creazione di un seguito di ciò che molti dei fan dell’attore considerano uno dei suoi grandi film non celebrati Demolition Man.


È stato recentemente confermato che un sequel di Demolition Man del 1993 era in lavorazione, e non sorprende che quelli con una forte affinità per l’originale siano molto d’accordo con la notizia.

Sebbene non siano ancora disponibili altri dettagli sul ritorno di John Spartan, abbiamo già sentito che Wesley Snipes vuole anche riprendere il suo ruolo di Simon Phoenix, l’arcinemico di Spartan, e ora sono arrivati ​​alcuni nuovi dettagli della trama che hanno fatto luce come potrebbe funzionare.

Secondo le nostre fonti, le stesse che ci hanno detto che il nuovo film di Screem è in lavorazione, e che Karen Gillan detto che un nuovo film di Scream è in lavorazione e che Karen Gillan è tenuta sott’occhio per Pirates of the Caribbean 6, Demolition Man 2 è destinato a fare un ulteriore salto temporale spostandosi nell’anno 2058.

Come precedentemente riportato, Phoenix tornerà come un clone con la missione di riportare il mondo nel modo in cui era ambientato nel primo film del 2032, dove solo una piccola minoranza aveva un libero arbitrio.

Tuttavia, non sarà il cattivo principale del film e verrà rivelato che il clone viene utilizzato solo come un burattino dal vero grande cattivo per eseguire le sue offerte.

Si dice che la forza trainante della storia sia un programma di intelligenza artificiale con il potere di modificare la capacità delle persone di controllare il proprio libero arbitrio, il che significa che lo Spartan di Stallone non ha solo un clone del suo vecchio nemico del 1996 e del 2032 da affrontare, ma anche una figura misteriosa in agguato sullo sfondo che ha sempre tirato le corde.

Naturalmente, il progetto è ancora nelle prime fasi di sviluppo e alcuni elementi della trama possono ancora essere modificati prima dell’inizio della produzione, ma questo è un gancio abbastanza solido per Demolition Man 2 e sarà interessante vedere John Spartan e il suo berretto affrontare altri 30 anni di progressi tecnologici, dato che nella sequenza temporale del film, avrà circa 100 anni a questo punto. Speriamo solo che abbia trascorso quel tempo a capire come padroneggiare le tre conchiglie.